Italia Markets close in 4 hrs 6 mins

Coldiretti, in un mese -20% made in Italy sulle tavole Usa -2-

Fgl

Roma, 16 nov. (askanews) - "Il dazio per il Parmigiano Reggiano e per il Grana Padano ad esempio è passato - spiega la Coldiretti - dagli attuali 2,15 dollari al chilo a circa 6 dollari al chilo. Il risultato è che il consumatore americano lo dovrà acquistare sullo scaffale ad un prezzo che sale dagli attuali circa 40 dollari al chilo ad oltre i 45 dollari".

"L'amministrazione Trump ha peraltro minacciato di avvalersi - sottolinea la Coldiretti - della cosiddetta regola del "carosello" (carousel retaliation), che le consentirebbe di modificare periodicamente la lista dei dazi e la percentuale: dopo i primi 120 giorni e successivamente ogni 180 giorni, aumentando il grado di incertezza per gli Stati Membri Ue".

"In attesa della sentenza del Wto sui sussidi americani a Boeing e degli sviluppi del negoziato in corso è sempre più urgente l'attivazione di aiuti compensativi ai settori più duramente colpiti come richiesto per prima dalla Coldiretti e successivamente condiviso a livello nazionale e comunitario" ha affermato il presidente della Coldiretti Ettore Prandini nel sottolineare la necessità di "rafforzare i programmi di promozione dei prodotti agricoli nei paesi terzi e concedere sostegno agli agricoltori che rischiano di subire gli effetti di una tempesta perfetta tra dazi Usa e pericolo di Brexit senza accordo, dopo aver subito fino ad ora una perdita di un miliardo di euro negli ultimi cinque anni a causa dell'embargo totale della Russia".

"Gli Stati Uniti rappresentano - conclude Coldiretti - il principale mercato di sbocco per l'export agroalimentare Made in Italy fuori dai confini europei, con un balzo del +12,7% nei primi otto mesi del 2019 dopo che lo scorso anno si era registrato il record per un valore di 4,2 miliardi".