Italia markets open in 8 hours 31 minutes

Colosso bancario Hsbc taglia 35.000 posti di lavoro

webinfo@adnkronos.com

Il gigante bancario Hsbc ha annunciato di voler tagliare circa 35.000 posti di lavoro in tutto il mondo nei prossimi tre anni a causa di una ristrutturazione e focalizzare la sua attenzione sull'Asia. La forza lavoro totale di Hsbc passerà da 235.000 a circa 200.000 dipendenti, poiché la banca riduce i costi e costruisce "un'organizzazione più semplice, più efficiente e più potente", ha detto Noel Quinn, amministratore delegato ad interim. 

L'anno scorso la banca ha registrato un calo del 33 per cento del profitto annuale, a 13,3 miliardi di dollari, con un aumento delle entrate del 4 per cento e dei costi del 22 per cento. "La performance del gruppo nel 2019 è stata solida, tuttavia alcune parti del nostro business non stanno offrendo rendimenti accettabili", ha detto Quinn. 

"Oggi stiamo intraprendendo un'azione decisiva per affrontare le parti del business che non ottengono risultati soddisfacenti, per ridistribuire il capitale all'opportunità di crescita, per semplificare il nostro business - e così facendo ridurre la base dei costi di Hsbc", ha aggiunto. Il direttore finanziario Ewen Stevenson ha dichiarato che la banca prevede tagli "significativi" ai suoi 40.000 dipendenti britannici. 

Hsbc ha dichiarato di voler concentrare la propria attività di investment banking con sede in Gran Bretagna sul "supporto ai clienti di fascia media nel Regno Unito e alle aziende internazionali attraverso il nostro hub di Londra", riducendo al contempo gli altri servizi e spostandone alcuni in Asia. Ha in programma di ridurre la sua rete di filiali negli Stati Uniti di circa il 30% e di "snellire le funzioni per semplificare il nostro business negli Stati Uniti e ridurre i costi". Hsbc impiega circa 10.000 persone negli Stati Uniti e 40.000 in India, 31.000 a Hong Kong, 28.000 in Cina, 16.000 in Messico e 8.000 in Francia.