Italia markets close in 8 hours 11 minutes
  • FTSE MIB

    22.167,27
    +106,29 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    29.638,64
    -271,73 (-0,91%)
     
  • Nasdaq

    12.198,74
    -7,11 (-0,06%)
     
  • Nikkei 225

    26.787,54
    +353,92 (+1,34%)
     
  • Petrolio

    45,18
    -0,16 (-0,35%)
     
  • BTC-EUR

    16.310,25
    +59,24 (+0,36%)
     
  • CMC Crypto 200

    384,03
    +19,43 (+5,33%)
     
  • Oro

    1.796,10
    +15,20 (+0,85%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0036 (+0,30%)
     
  • S&P 500

    3.621,63
    -16,72 (-0,46%)
     
  • HANG SENG

    26.523,94
    +182,45 (+0,69%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.512,94
    +20,40 (+0,58%)
     
  • EUR/GBP

    0,8946
    -0,0003 (-0,03%)
     
  • EUR/CHF

    1,0849
    +0,0017 (+0,16%)
     
  • EUR/CAD

    1,5510
    -0,0003 (-0,02%)
     

Come capitalizzare le opportunità generate dalla trasformazione digitale

Leo Campagna
·4 minuto per la lettura
Come capitalizzare le opportunità generate dalla trasformazione digitale
Come capitalizzare le opportunità generate dalla trasformazione digitale

Euromobiliare AM SGR è fortemente convinta della potenzialità della Digital Transformation e del valore che potranno esprimere in futuro. E spiega le ragioni a sostegno dell’imminente lancio del fondo Euromobiliare Digital Trends

La “Digital Transformation” generata dalle nuove tecnologie non ha risparmiato nessun ambito della società. Oltre a stravolgere la nostra quotidianità, questa trasformazione inarrestabile ha generato una serie di trend con sfumature diverse a seconda dei settori.

LE TRAVI PORTANTI DELLA TRASFORMAZIONE DIGITALE

Le implicazioni per il lockdown e la pandemia hanno accelerato trend già in atto da alcuni anni come i pagamenti elettronici, l'e-commerce, lo smart working e l’e-learning, tuttavia, come ha avuto modo di dichiarare Giorgio Girelli, general manager di Aruba Enterprise “le infrastrutture e la capacità di dialogare con metodologie e processi che garantiscono i più elevati standard qualitativi costituiscono le travi portanti della trasformazione digitale”. Tradotto in pratica significa che, per esempio, lo sviluppo dell’intelligenza artificiale (AI) non consentirà solo di perfezionare l’automazione aziendale. Permetterà, per esempio, di ampliare il raggio d’azione dell’internet of things (IoT) che già oggi consente a smart tv, braccialetti per il fitness, assistenti vocale, e ad altri dispositivi intelligenti di dialogare tra loro.

RICADUTE MOLTO POSITIVE SUL SETTORE DELLA CYBERSECURITY

In parallelo, la tecnologia 5G permette di potenziare le possibilità di diagnosi e di interventi medici e chirurgici a distanza, accelerando lo sviluppo ulteriore della telemedicina. Pure il crescente utilizzo del cloud da parte delle aziende, per permettersi sistemi e servizi informatici all’avanguardia a costi competitivi, è destinato a registrare anche in futuro tassi di crescita consistenti. Proprio quest’ultimo fenomeno rende ancora più critico il problema della sicurezza informatica. Sono diventati indispensabili, infatti, sistemi di protezione efficaci in tempo reale contro ogni tipo di attacco informatico, con ricadute molto positive sul settore della cybersecurity. Per esempio, Mark Cash, analista azionario di Morningstar, in un report del 25 novembre 2019, accreditava Palo Alto Networks, leader nel campo della sicurezza informatica per il cloud e per la tecnologia 5G, di un tasso di crescita annuo del 18% dei ricavi per i prossimi 5 anni.

IL PROGRAMMA EUROPA DIGITALE 2021-2017

L’importanza di questo trend strutturale è confermato inoltre dal programma “Europa digitale 2021-2027”, lanciato dall’Unione Europea a sostegno della trasformazione digitale delle società e delle economie continentali. Si tratta di un programma con l’obiettivo di aumentare la competitività internazionale dell’UE, sviluppare e rafforzare le competenze digitali negli stati membri, rendere le skill digitali accessibili a cittadini e imprese. Il budget complessivo previsto è ingente, 9,2 miliardi di euro in sette anni con un’articolazione in cinque filoni: High Performance Computing, Intelligenza Artificiale, Cybersecurity, Competenze Digitali Avanzate, Digital Transformation di enti pubblici, imprese e PMI.

LA TECNOLOGIA DIGITALE E DESTINATA AD APPORTARE ANCORA VALORE NEL TEMPO

“La crescita negli ultimi anni del valore delle aziende legate ai temi della Digital Transformation è piuttosto evidente. Tuttavia le statistiche indicano come questi trend di lungo periodo siano destinati a crescere e ad apportare ancora valore nel tempo”, spiega Andrea Dolsa, vice DG e CIO di Euromobiliare AM SGR. Le stime parlano di tremila miliardi di dollari nel 2025 per il mercato della Digital Transformation, che attualmente si sviluppa con un tasso di crescita annualizzato del 23%. Un’indagine svolta da Learn Bonds, società di ricerca e informazione americana, aiuta a comprendere la portata del fenomeno: entro il 2023 la spesa globale per i software dovrebbe aumentare del 78% rispetto al 2018. La stessa società prevede che nel 2026 il mercato dei Big Data e del Cloud possa attestarsi a 104 miliardi di dollari, mentre l’e-commerce nel 2023 varrà circa duemila miliardi in più rispetto a oggi.

EUROMOBILIARE DIGITAL TRENDS

Euromobiliare AM SGR è fortemente convinta dei trend strutturali legati alla Digital Transformation e del valore che potranno esprimere in futuro: a tal proposito, dal 26 ottobre, partirà il collocamento del fondo Euromobiliare Digital Trends. L’obiettivo di questo fondo azionario flessibile, è quello di cogliere le opportunità fornite da macro-temi globali di lungo periodo legati alla trasformazione digitale. Nel portafoglio la componente azionaria media si attesterà all’80% e sarà focalizzata su aziende statunitensi ed europee con un numero medio di 60 titoli. La restante quota del portafoglio sarà impiegata invece in titoli di stato e sovranazionali per ottimizzare il profilo rischio/rendimento del fondo e per gestire l’emotività di breve termine legata all’investimento azionario.