Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.253,05
    -430,69 (-1,45%)
     
  • Nasdaq

    10.739,99
    -311,64 (-2,82%)
     
  • Nikkei 225

    26.422,05
    +248,07 (+0,95%)
     
  • EUR/USD

    0,9788
    +0,0049 (+0,50%)
     
  • BTC-EUR

    19.683,50
    -282,02 (-1,41%)
     
  • CMC Crypto 200

    440,80
    -5,18 (-1,16%)
     
  • HANG SENG

    17.165,87
    -85,01 (-0,49%)
     
  • S&P 500

    3.644,23
    -74,81 (-2,01%)
     

Come funziona lo smart working 'ibrido' scelto da Apple

Zhang Haiyan / Imaginechina via AFP

AGI - Tre giorni in ufficio e due da remoto. Apple sceglie una soluzione ibrida per i propri dipendenti. A partire dal 5 settembre, come riporta Bloomberg, gli impiegati dovranno essere in ufficio martedì e giovedì, lasciando libera la scelta di un altro giorno in presenza a settimana. Si torna in azienda, senza però chiudere la porta al lavoro da remoto: un sistema ibrido insomma.

Una scelta diversa rispetto ad altre Big Tech, che hanno optato per il lavoro da remoto a tempo indeterminato per i loro dipendenti (ad eccezione dell'amministratore delegato di Tesla Elon Musk che all'inizio di giugno ha chiesto ai dipendenti di tornare in ufficio o lasciare l'azienda).

A comunicare le disposizioni della compagnia è stato il CEO Tim Cook  in una comunicazione (ribadita nella sostanza dal top manager Craig Federighi) ai membri del team di Apple: protagonista il cosiddetto hybrid pilot. “Siamo entusiasti di andare avanti con il progetto pilota - ha scritto Cook - crediamo che questo quadro rivisto migliorerà la nostra capacità di lavorare in modo flessibile, preservando al contempo la collaborazione di persona che è così essenziale per la nostra cultura. Sappiamo anche che abbiamo ancora molto da imparare. E ci impegniamo ad ascoltare, adattarci e crescere insieme nelle settimane e nei mesi a venire”.

La scelta di Apple, per ora, riguarda i dipendenti operativi nella contea di Santa Clara, vicino alla sede centrale dell'azienda. La nuova policy poi si estenderà ad altri uffici. Il gigante tecnologico di Cupertino era intenzionato a riportare i propri dipendenti in ufficio almeno da giugno 2021, quando ha annunciato per la prima volta l'hybrid pilot. Ma il riacutizzarsi dell'emergenza Covid ha costretto l'azienda a posticipare i suoi piani.