Italia markets close in 4 hours 24 minutes
  • FTSE MIB

    21.248,66
    -584,84 (-2,68%)
     
  • Dow Jones

    31.029,31
    +82,32 (+0,27%)
     
  • Nasdaq

    11.177,89
    -3,65 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    26.393,04
    -411,56 (-1,54%)
     
  • Petrolio

    109,13
    -0,65 (-0,59%)
     
  • BTC-EUR

    18.336,80
    -1.106,73 (-5,69%)
     
  • CMC Crypto 200

    408,27
    -31,39 (-7,14%)
     
  • Oro

    1.810,70
    -6,80 (-0,37%)
     
  • EUR/USD

    1,0405
    -0,0039 (-0,37%)
     
  • S&P 500

    3.818,83
    -2,72 (-0,07%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.420,44
    -93,88 (-2,67%)
     
  • EUR/GBP

    0,8591
    -0,0020 (-0,23%)
     
  • EUR/CHF

    0,9975
    +0,0010 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,3436
    -0,0023 (-0,17%)
     

Commercio, Be1: arrivano i primi negozi che trovano i clienti

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 10 giu. (askanews) - Una vera e propria rivoluzione culturale. Da un'idea di Be1, società di professionisti nelle vendite, nascono i primi negozi fisici ma che, metaforicamente, avranno le ruote perché andranno a cercare, attrarre e trovare i clienti: "Vogliamo invertire il trend -spiega Nunzio Puccio, che di Be1 è il presidente. Finora sono stati i clienti a recarsi nei negozi per acquistare il prodotto desiderato. D'ora in poi sarà (anche) il negozio a cercare il cliente. Dobbiamo abbandonare l'idea del negozio statico che lavora solamente sulla pedonalità spontanea. Il negozio che idealmente avrà le ruote, si caratterizzerà per una forte presenza digitale, non dovrà temere il Web ma saprà sfruttarne le potenzialità con gli strumenti che l'era digitale ci ha fornito, e dovrà essere quindi "mobile", per gestire la prossimità di aziende e clienti potenziali. Un deciso cambio di paradigma, spiega una nota, che ha l'obiettivo di scongiurare la contrazione del commercio al dettaglio, che, sebbene nel recente passato abbia subito una significativa riduzione, nell'ultimo anno ha fatto però registrare un trend incoraggiante e tutto da percorrere, soprattutto per quanto riguarda un aumento della frequentazione dei negozi di quartiere; la nuova tendenza è legata al concetto di comodità, di km zero, ma anche alla percezione di qualità e di convenienza, da parte di un cliente che riscopre il negozio di prossimità, cercando soluzioni tailor made e - perché no?- un rapporto umano, che negli anni della pandemia e degli acquisti selvaggi online mostra un appeal tutto nuovo e che per questo delinea sfide interessanti. La pubblicità da sola infatti non basta più per catturare il cliente. Il cliente oggi ragiona, fa le sue scelte e acquista in modo consapevole e non più di istinto". I negozi non soltanto avranno le ruote ma si baseranno sul concetto, fondamentale dal punto di vista ambientale e sociale, dell'economia circolare: "La nostra mission -spiega Puccio- è sfruttare le sinergie con partner commerciali di rilievo nazionale e le competenze, acquisite grazie alla nostra esperienza nel retail, per fronteggiare gli ultimi eventi che hanno portato i consumatori a riconsiderare l'acquisto e il consumo di beni e servizi in un'ottica più consapevole e sostenibile da un punto di vista ecologico". Il primo negozio aprirà a Genova nei prossimi giorni. "Offriremo prodotti e servizi, per privati e Partite Iva, legati al settore della Telefonia (mobile e fissa), Energy (luce e gas) e Smart Mobility. Daremo inoltre la possibilità di acquistare, o vendere, anche prodotti rigenerati, aspetto questo che, per forza di cose, amplierà la platea dei potenziali clienti. Chi vuole potrà, ad esempio, venire da noi per vendere il suo Iphone 12, al quale daremo una seconda vita e lo rimetteremo sul mercato a un prezzo scontato almeno del 30%. L'aspetto sociale è di un certo rilievo: perché oltre contribuire alla ecosostenibilità, permetterà di rendere accessibili a tutti i migliori prodotti perfettamente rigenerati e garantiti con prezzi contenuti e alla portata di tutti. Rigenerare, dunque, è una delle parole d'ordine che caratterizza l'idea Be1: "Stiamo anche ragionando -sostiene Puccio- sulla mobilità elettrica, perché anch'essa necessita di nuove opportunità, come quella legata ai monopattini, che sempre più spesso vediamo in giro per le nostre strade. Anche in questo segmento di mercato, offriremo l'opportunità di avere prodotti nuovi e rigenerati a prezzi competitivi. Il nostro obiettivo è infatti quello di contribuire alla qualità del nostro ambiente, offrendo soluzioni legate al riuso, che siano finalmente alla portata di tutti". Dopo il primo aperto a Genova, ne seguiranno altri, andando a costituire un vero e proprio franchising della convenienza ecosostenibile, nel quale gli imprenditori avranno la possibilità di rivendere prodotti e servizi di importanti marchi nazionali a costi estremamente competitivi e significativamente ridotti. "Ci siamo dati l'obiettivo -spiega ancora Puccio- di aprire cento punti vendita entro fine 2023. Ogni locale dovrà avere almeno tre dipendenti, il che vuol dire che fra un anno e mezzo il nostro marchio darà lavoro a oltre 300 persone. Le prossime aperture riguarderanno le città di Catania, Bari, Canicattì, Padova, Lecce, Copertino, Agrigento Napoli, Rimini Bologna e Firenze". Il franchising Be1 ha una fee di ingresso di 15mila euro. "Ma per tutti i franchisee presenti nel 2023, se si verificheranno le condizioni previste dal contratto - conclude Puccio - l'investimento verrà restituito entro tre anni. Basta che vengano assunte, come noi chiediamo, almeno tre persone per negozio, che si proceda al rinnovo del contratto e che si abbia un adeguato fatturato. Siamo sicuri che, nel giro di pochissimi mesi, si possa arrivare a una reddittività adeguata a sostenere i costi e dare una buona marginalità al negozio. La migliore partenza per far correre le ruote dei nostri negozi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli