Italia markets close in 5 minutes
  • FTSE MIB

    20.836,91
    -124,47 (-0,59%)
     
  • Dow Jones

    29.491,10
    +356,11 (+1,22%)
     
  • Nasdaq

    10.949,09
    +119,58 (+1,10%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • Petrolio

    80,98
    +2,48 (+3,16%)
     
  • BTC-EUR

    20.160,81
    -927,89 (-4,40%)
     
  • CMC Crypto 200

    443,60
    +14,82 (+3,46%)
     
  • Oro

    1.661,10
    +24,90 (+1,52%)
     
  • EUR/USD

    0,9646
    +0,0048 (+0,50%)
     
  • S&P 500

    3.693,54
    +46,25 (+1,27%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.329,14
    +0,49 (+0,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8956
    +0,0017 (+0,20%)
     
  • EUR/CHF

    0,9448
    -0,0067 (-0,71%)
     
  • EUR/CAD

    1,3189
    +0,0019 (+0,15%)
     

Commercio, Istat: vendite al dettaglio luglio +1,3%, su anno +4,2%

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 7 set. (askanews) - A luglio si stima una crescita congiunturale per le vendite al dettaglio pari a +1,3% in valore e +1% in volume. Su base tendenziale, a luglio 2022, le vendite al dettaglio aumentano del 4,2% in valore e diminuiscono dello 0,9% in volume. Lo ha reso noto l'Istat

Rispetto a luglio 2021, il valore delle vendite al dettaglio cresce per la grande distribuzione (+7,3%) e il commercio elettronico (+20,6%) mentre non subisce variazioni per le imprese operanti su piccole superfici e diminuisce per le vendite al di fuori dei negozi (-1,5%).

A livello tendenziale "prosegue la divergenza tra l'andamento positivo delle vendite in valore e quello negativo dei volumi, in flessione per il secondo mese consecutivo", è il commento dell'Istat.

Rispetto a giugno sono in aumento sia le vendite dei beni non alimentari (+1,3% in valore e +1,4% in volume) sia quelle dei beni alimentari (+1,2% in valore e +0,5% in volume).

Nel trimestre maggio-luglio 2022, in termini congiunturali, le vendite al dettaglio crescono in valore (+1,9%) e in volume (+0,3%). Sono in crescita le vendite dei beni non alimentari (rispettivamente +1,1% in valore e +0,5% in volume) mentre quelle dei beni alimentari crescono in valore (+2,7%) e sono stazionarie in volume.

Su base tendenziale, sono in rialzo le vendite dei beni non alimentari (+2,7% in valore e +1% in volume) mentre quelle dei beni alimentari registrano un aumento in valore (+6,1%) e una diminuzione in volume (-3,6%). Per quanto riguarda i beni non alimentari, si registrano variazioni tendenziali positive per quasi tutti i gruppi di prodotti ad eccezione di Foto-ottica e pellicole (-1,3%) e Cartoleria, libri, giornali e riviste (-1,2%). Gli aumenti maggiori riguardano Dotazioni per l'informatica, telecomunicazioni, telefonia (+8,2%) ed Elettrodomestici, radio, tv e registratori (+6,9%).