Italia markets open in 2 hours 49 minutes
  • Dow Jones

    33.876,97
    +586,89 (+1,76%)
     
  • Nasdaq

    14.141,48
    +111,10 (+0,79%)
     
  • Nikkei 225

    28.859,02
    +848,09 (+3,03%)
     
  • EUR/USD

    1,1913
    -0,0011 (-0,10%)
     
  • BTC-EUR

    27.599,07
    -1.520,24 (-5,22%)
     
  • CMC Crypto 200

    792,86
    -57,48 (-6,76%)
     
  • HANG SENG

    28.488,64
    -0,36 (-0,00%)
     
  • S&P 500

    4.224,79
    +58,34 (+1,40%)
     

Commissario Vadalà avvia sondaggio operatori bonifiche

·3 minuto per la lettura

Approfondire i profili di illegalità in un settore come quello delle bonifiche ambientali e supportare le imprese sane nel percorso verso standard sempre più elevati di efficienza e trasparenza. Questo l'obiettivo del commissario unico di governo per le bonifiche delle discariche abusive, il Generale dei Carabinieri Giuseppe Vadalà, che grazie alla collaborazione dell'Albo nazionale gestori ambientali, sta avviando un sondaggio dedicato agli operatori di settore che consisterà nell’inviare a tutte le imprese iscritte un questionario da compilare in forma anonima. L'obiettivo è ottenere un contributo all’analisi delle criticità del settore bonifiche.

Le risposte inviate saranno trattate automaticamente dal sistema in forma anonima e aggregata, garantisce l’Albo. L’iniziativa si inserisce nell’ambito del protocollo d’intesa siglato nel 2019 dall’Albo nazionale gestori ambientali con l’ufficio del commissario di governo con l’obiettivo, tra gli altri, di agevolare “lo scambio di informazioni attraverso l’utilizzazione da parte dell’ufficio del commissario della banca dati gestita dall’Albo gestori ai fini dell’attività conoscitiva dei contesti territoriali dei siti da porre in sicurezza e delle procedure di gara dei lavori da effettuare per implementare gli standard di legalità delle procedure svolte dalle stazioni appaltanti e gestite dal commissario".

"Da tempo la collaborazione con l'Albo nazionale gestori ambientali (Anga) e con il suo presidente Eugenio Onori è fruttuosa in applicazione dello specifico accordo di collaborazione siglato nel 2019 - dichiara il Commissario unico Vadalà - La collaborazione si esprime nel campo della prevenzione dell'illegalità del settore bonifiche e rifiuti e quindi per garantire l'operatività e la trasparenza delle centinaia di ditte impegnate nel settore e a dare un servizio essenziale al nostro Paese".

"Per questo - prosegue Vadalà - a completamento di un rapporto di settore sulle bonifiche e sull'infiltrazione della criminalità, che l'ufficio del commissario sta predisponendo per i prossimi mesi, è stata intanto organizzata questa raccolta di dati per raccogliere indicazioni autorevoli da parte degli operatori, gli imprenditori. Quale migliore partner se non l'Albo gestori ambientali che da sempre lavora dentro il sistema aziende per migliorare le performance anche sul fronte sella legalità. Per questo ringrazio il presidente Onori di questa fattiva e utile collaborazione per migliorare il sistema complessivo di servizio al nostro Paese".

L’Albo nazionale gestori ambientali, spiega il presidente Eugenio Onori, "si configura come e uno strumento di legalità e di trasparenza; gestisce, infatti una banca dati, consultabile sul sito www.albonazionalegestoriambientali.it. Nella convinzione che la legalità costituisca un motore per lo sviluppo economico e non un vincolo per le imprese, negli anni l’Albo ha sostenuto e affiancato azioni di difesa della legalità ambientale, nell’ambito delle quali, dal 2019 e con ottimi risultati, ha avviato una collaborazione con il commissario straordinario per la realizzazione degli interventi necessari all'adeguamento alla normativa vigente delle discariche abusive presenti sul territorio nazionale, generale Vadalà".

Onori parla di “una collaborazione proficua, finalizzata al miglioramento delle conoscenze e alla tutela dell’ambiente, con l’intento di sostenere le imprese che operano legalmente nel settore delle bonifiche attraverso interventi di formazione, di diffusione e promozione delle buone pratiche. In questo ambito, l’Albo sostiene con convinzione l’iniziativa dell’ufficio del commissario veicolando, attraverso gli strumenti telematici del proprio sistema informativo, una raccolta di informazioni, garantite dall’assoluto anonimato, riguardanti le esperienze delle imprese iscritte sui rischi di pratiche illecite o corruttive nella filiera delle bonifiche dei siti inquinati".

"Confido che la collaborazione tra le due istituzioni che rappresentiamo, con la disponibilità e la volontà delle imprese che ci conoscono e alle quali ci lega anche un significativo vincolo anche territoriale, produrrà dei risultati interessanti ed efficaci indicazioni che potranno ulteriormente indirizzare il percorso di garanzia, di trasparenza e di rispetto della legalità intrapreso per la transizione ecologica e la ripresa economica del Paese”, conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli