Italia Markets closed

Competenze digitali: indispensabili per 7 lavoratori su 10

Red/Rar

Milano, 30 nov. (askanews) - Le competenze digitali sono requisito fondamentale per il 70% delle figure professionali ricercate nel 2018, configurandosi come un requisito di base indispensabile per l'ingresso nel mondo del lavoro. E' quanto emerge dal Rapporto competenze digitali del Sistema informativo Excelsior di Unioncamere e Anpal, discusso a JOB&Orienta a Verona.

Ma le e-skills non sono solo una competenza importante per le imprese che si occupano di digitale e informatica: rappresentano un requisito spendibile in modo trasversale in tutti i comparti che si preparano a fronteggiare la Digital Transformation, riguardando anche le figure più tradizionali. E i professionisti più difficili da trovare sono quelli che uniscono le competenze digitali con la formazione tradizionale: tecnici programmatori, ingegneri chimici, petroliferi e dei materiali, matematici, statistici, installatori, manutentori e riparatori di apparecchiature informatiche. Tra i laureati under 29 quelli che vedono la maggior richiesta di e-skills sono: laureati in statistica, in ingegneria civile e ambientale, scienze matematiche, fisiche e naturali, agraria; tra i diplomati under 29, invece, quelli che provengono da percorsi di grafica e comunicazione, produzione e manutenzione industriale e artigianale, meccanica, meccatronica ed energia. Continuano a risultare numerose, naturalmente, le professioni digital emergenti, tra cui data scientist, big data analyst, cyber security expert, business intelligence analyst, e web marketing manager