Italia markets close in 4 hours 13 minutes
  • FTSE MIB

    25.500,91
    +147,55 (+0,58%)
     
  • Dow Jones

    33.919,84
    -50,63 (-0,15%)
     
  • Nasdaq

    14.746,40
    +32,49 (+0,22%)
     
  • Nikkei 225

    29.639,40
    -200,31 (-0,67%)
     
  • Petrolio

    71,59
    +1,10 (+1,56%)
     
  • BTC-EUR

    35.913,11
    -1.296,34 (-3,48%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.051,24
    -12,60 (-1,18%)
     
  • Oro

    1.775,30
    -2,90 (-0,16%)
     
  • EUR/USD

    1,1737
    +0,0007 (+0,06%)
     
  • S&P 500

    4.354,19
    -3,54 (-0,08%)
     
  • HANG SENG

    24.221,54
    +122,40 (+0,51%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.129,76
    +32,25 (+0,79%)
     
  • EUR/GBP

    0,8602
    +0,0023 (+0,27%)
     
  • EUR/CHF

    1,0815
    -0,0015 (-0,14%)
     
  • EUR/CAD

    1,4996
    -0,0027 (-0,18%)
     

Comunali, lista Milano Unita boccia il protocollo sulla movida

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 3 ago. (askanews) - "Mentre distese di tavolini invadono lo spazio pubblico, la socialità diventa una minaccia da sorvegliare impiegando vigilantes privati, in nome di un'idea di decoro e di sicurezza non meglio chiarite". Con queste parole i rappresentanti di Milano Unita, lista di sinistra che appoggia alle prossime elezioni comunali l'attuale sindaco Giuseppe Sala, hanno bocciato con una nota il protocollo sulla movida firmato ieri in prefettura dal primo cittadino e dalle organizzazioni di categoria. "Non siamo soddisfatti del Protocollo sulla Movida, che risponde al bisogno di socialità e relazione con forme securitarie di governo del territorio" ha ribadito Milano Unita.

"Noi crediamo che una città 'a 15 minuti' non possa essere organizzata in pochi poli attrattivi, dove si concentrano i servizi culturali e ricreativi, e tante periferie-dormitorio, dove non esistono spazi di socialità e di ritrovo. Il tema della "movida" infatti mette al centro la necessità di ripensare uno sviluppo del territorio all'insegna della qualità della vita, in centro e in periferia, e non a politiche di repressione dei comportamenti sociali" ha continuato la lista.

"Il Protocollo, oltretutto, garantisce l'applicazione di un contratto 'pirata', alternativo all'idea di Lavoro Buono che da mesi stiamo promuovendo con la nostra campagna. Immaginiamo, infatti, che i lavoratori impegnati nella sicurezza saranno loro stessi precari, sottopagati e senza alcuna sicurezza nel lavoro. Chiediamo di rivedere il protocollo mettendo al centro il dialogo e la partecipazione delle parti non ancora coinvolte, per una città che promuova la socialità inclusiva, senza ricorrere a pratiche securitarie e discriminatorie" ha concluso Milano Unita.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli