Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.363,02
    -153,44 (-0,60%)
     
  • Dow Jones

    34.935,47
    -149,06 (-0,42%)
     
  • Nasdaq

    14.672,68
    -105,59 (-0,71%)
     
  • Nikkei 225

    27.283,59
    -498,83 (-1,80%)
     
  • Petrolio

    73,81
    +0,19 (+0,26%)
     
  • BTC-EUR

    35.007,49
    +1.890,21 (+5,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    955,03
    +5,13 (+0,54%)
     
  • Oro

    1.816,90
    -18,90 (-1,03%)
     
  • EUR/USD

    1,1872
    -0,0024 (-0,20%)
     
  • S&P 500

    4.395,26
    -23,89 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    25.961,03
    -354,29 (-1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.089,30
    -27,47 (-0,67%)
     
  • EUR/GBP

    0,8534
    +0,0018 (+0,21%)
     
  • EUR/CHF

    1,0739
    -0,0026 (-0,25%)
     
  • EUR/CAD

    1,4790
    +0,0001 (+0,00%)
     

Comunicazione, nasce Osservatorio permanente Ital Communications-Censis

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 21 lug. (askanews) - Dopo la presentazione, ad aprile scorso, del Rapporto Ital Communications-Censis "Disinformazione e fake news durante la pandemia: il ruolo delle agenzie di comunicazione", in autunno verrà presentato l'Osservatorio permanente Ital Communications-Censis sulla comunicazione e sulle Agenzie di comunicazione italiane.

Il momento post-pandemico può essere una valida occasione per garantire un'alta social reputation alle agenzie di comunicazione riconoscendo il loro importante ruolo e valore sociale. In effetti, per la prima volta, i media, vecchi e nuovi, hanno avuto difficoltà a governare un contesto di improvvisa moltiplicazione della domanda, a causa dell'emergenza dovuta al virus, confermando di avere sempre più bisogno di figure esterne affidabili e competenti. In tal senso, le agenzie di comunicazione possono porsi come un valido argine contro la cattiva informazione.

"L'Osservatorio Ital Communications-Censis ha lo scopo di evidenziare come le agenzie di comunicazione possano costituire un efficace antidoto all'infodemia comunicativa che, nel corso della pandemia, ha generato disinformazione e fake news, aumentando di fatto il rischio di creare allarme e visioni distorte della realtà nelle persone. In tale scenario, i professionisti delle agenzie di comunicazione possono validamente assicurare qualità e veridicità alle notizie, garantendo al contempo il pluralismo dell'informazione", spiega Attilio Lombardi, Founder di Ital Communications.

Per Massimiliano Valerii, Direttore Generale del Censis: "In un mondo che è diventato sempre più digitalizzato dilagano spesso notizie incontrollate che possono generare confusione e ansia nei lettori. L'Osservatorio avrà l'obiettivo di fare chiarezza sul ruolo dell'informazione nel nostro Paese, in un contesto in cui i cittadini hanno diritto di ricevere un'informazione corretta, affidabile e certificata".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli