Italia markets closed
  • FTSE MIB

    20.901,56
    -238,99 (-1,13%)
     
  • Dow Jones

    29.296,79
    -630,15 (-2,11%)
     
  • Nasdaq

    10.652,40
    -420,91 (-3,80%)
     
  • Nikkei 225

    27.116,11
    -195,19 (-0,71%)
     
  • Petrolio

    93,20
    +4,75 (+5,37%)
     
  • BTC-EUR

    20.092,83
    -510,81 (-2,48%)
     
  • CMC Crypto 200

    445,50
    -9,53 (-2,09%)
     
  • Oro

    1.701,80
    -19,00 (-1,10%)
     
  • EUR/USD

    0,9743
    -0,0052 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.639,66
    -104,86 (-2,80%)
     
  • HANG SENG

    17.740,05
    -272,10 (-1,51%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.375,46
    -57,99 (-1,69%)
     
  • EUR/GBP

    0,8782
    +0,0015 (+0,17%)
     
  • EUR/CHF

    0,9682
    -0,0008 (-0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,3381
    -0,0076 (-0,56%)
     

Con le notti troppo calde il rischio di morte aumenta del 60%, uno studio

Science Photo Library RF

AGI - Le notti eccessivamente calde causate dai cambiamenti climatici aumenteranno il tasso di mortalità in tutto il mondo fino al 60% entro la fine del secolo, secondo un nuovo studio internazionale dell'Università della Carolina del Nord Gillings School of Global Public Health.

Il calore ambientale durante la notte può interrompere la normale fisiologia del sonno. Meno sonno può quindi portare a danni al sistema immunitario e un rischio maggiore di malattie cardiovascolari, malattie croniche, infiammazioni e condizioni di salute mentale.

I risultati mostrano che l'intensità media degli eventi notturni caldi raddoppierà quasi entro il 2090, da 20,4 a 39,7 in 28 citta' dell'Asia orientale, aumentando il carico di malattie a causa del caldo eccessivo.

"I rischi dell'aumento della temperatura di notte sono stati spesso trascurati", ha affermato il coautore dello studio Yuqiang Zhang, scienziato del clima presso il Dipartimento di scienze ambientali e ingegneria della Gillings School.

"Tuttavia, nel nostro studio, abbiamo scoperto che si prevede che le occorrenze dell'eccesso di notte calda (HNE) si verificheranno più rapidamente rispetto alle variazioni giornaliere della temperatura media. Lo studio, pubblicato su The Lancet Planetary Health, è stato condotto da un gruppo di ricercatori in Cina, Corea del Sud, Giappone, Germania e Stati Uniti. Il team ha stimato la mortalità dovuta al calore in eccesso in 28 città in Cina, Corea del Sud e Giappone tra il 1980 e il 2015 e l'ha applicata a due scenari di modellizzazione del cambiamento climatico allineati agli scenari di riduzione del carbonio adattati dai rispettivi governi nazionali.

Attraverso questo modello, il team è stato in grado di stimare che tra il 2016 e il 2100 il rischio di morte per notti eccessivamente calde sarebbe aumentato di quasi sei volte. Questa previsione è molto più alta del rischio di mortalità dovuto al riscaldamento medio giornaliero suggerito dai modelli di cambiamento climatico.

In questo studio, gli autori hanno anche scoperto che le differenze regionali di temperatura spiegavano molte delle variazioni della temperatura notturna e si prevedeva che le aree con la temperatura media più bassa avrebbero il maggiore potenziale di riscaldamento. La frequenza e l'intensità media delle notti calde aumenterebbero rispettivamente di oltre il 30% e del 60% entro il 2100, rispetto a un aumento inferiore al 20% per la temperatura media giornaliera.