Italia markets close in 6 hours 3 minutes
  • FTSE MIB

    26.423,92
    +90,93 (+0,35%)
     
  • Dow Jones

    35.457,31
    +198,70 (+0,56%)
     
  • Nasdaq

    15.129,09
    +107,28 (+0,71%)
     
  • Nikkei 225

    29.255,55
    +40,03 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    82,26
    -0,70 (-0,84%)
     
  • BTC-EUR

    55.053,68
    +1.266,00 (+2,35%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.482,87
    +19,51 (+1,33%)
     
  • Oro

    1.779,20
    +8,70 (+0,49%)
     
  • EUR/USD

    1,1628
    -0,0009 (-0,08%)
     
  • S&P 500

    4.519,63
    +33,17 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    26.136,02
    +348,81 (+1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.166,29
    -0,54 (-0,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8442
    +0,0010 (+0,12%)
     
  • EUR/CHF

    1,0743
    +0,0011 (+0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4357
    -0,0019 (-0,13%)
     

Con vendemmia 2021 al via progetto Alta qualità bio di Settesoli

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 28 set. (askanews) - Al via con la campagna agricola 2021 il progetto Alta Qualità Bio di Cantine Settesoli, prima cooperativa di settore, a livello nazionale, ad applicare questo modello virtuoso. L'iniziativa, che ad oggi coinvolge 78 viticoltori in conduzione biologica, garantirà una maggiore qualità delle uve ed un'ulteriore diminuzione dell'inquinamento del suolo, anticipando caratteristiche che diverranno nel tempo un requisito per l'intera produzione. Questo avverrà tramite il rispetto di parametri più restrittivi di quelli previsti dai regolamenti comunitari in vigore per le coltivazioni a conduzione biologica.

Il disciplinare interno per la produzione bio di Cantine Settesoli limiterà ulteriormente i valori consentiti di residui dall'uso di fosfiti o loro metaboliti garantendo così un vino biologico di altissima qualità. Per verificare i valori di queste componenti Cantine Settesoli effettuerà, a monte degli oltre 30.000 controlli già in vigore sui prodotti finiti e semilavorati, esami specifici con prelievi in vigneto (foglie e uve), in diversi periodi dell'anno.

I conferitori di Alta Qualità Bio, le cui uve non risulteranno in linea con i parametri previsti dal disciplinare interno, verranno esclusi dal progetto per un periodo proporzionale al superamento dei limiti previsti. Per limitare queste evenienze e supportare i soci aderenti ad Alta Qualità Bio, l'Ufficio Tecnico di Cantine Settesoli fornirà periodicamente informazioni ed indicazioni sulle più adeguate tecniche di gestione finalizzate al raggiungimento dei parametri. Un disciplinare e una pratica di assistenza tecnica volti a portare tutti i viticoltori ad associarsi ad un progetto importante non solo ai fini ambientali e qualitativi ma anche economici, con una remunerazione pro capite migliore.

"Siamo orgogliosi di aver intrapreso questo cammino e l'intento è quello di investire con sempre più determinazione e tempestività nel progetto Alta Qualità Bio. Una decisione - spiega il presidente Giuseppe Bursi - che nasce dalla volontà di alzare ulteriormente il livello della produzione biologica in essere, portando linee guida sempre più rigorose che abbiamo sviluppato partendo dall'interno, nella nostra stessa realtà cooperativa".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli