Italia markets open in 2 hours 29 minutes
  • Dow Jones

    35.061,55
    +238,15 (+0,68%)
     
  • Nasdaq

    14.836,99
    +152,39 (+1,04%)
     
  • Nikkei 225

    27.884,92
    +336,92 (+1,22%)
     
  • EUR/USD

    1,1781
    +0,0011 (+0,09%)
     
  • BTC-EUR

    32.521,03
    +3.192,18 (+10,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    917,43
    +123,70 (+15,58%)
     
  • HANG SENG

    26.527,06
    -794,92 (-2,91%)
     
  • S&P 500

    4.411,79
    +44,31 (+1,01%)
     

Concluso corso Fondazione ingegneri Milano su Bim e Gis per servizi a rete

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 6 lug. (askanews) - "Alle spalle di questo evento ci sono circa due anni di duro lavoro preparatorio. Anche nella gestione dei servizi urbani la digitalizzazione sta avviandosi, in modo rapido e concreto, verso soluzioni estremamente innovative. Il sottosuolo di una grande città è un luogo nevralgico per la fornitura di servizi a rete e comporta una significativa complessità nelle varie fasi di pianificazione, manutenzione e gestione. Ecco perché abbiamo deciso di dare una risposta concreta al fabbisogno di formazione e di nuove competenze da parte di chi, a partire dagli enti locali e dalle loro utilities, deve interpretare la svolta digitale, immaginando e progettando le smart cities del futuro, ripensando gli spazi e soprattutto le funzioni urbane in ottica di una maggiore efficienza e sostenibilità. Ma, in definitiva, di una migliore qualità della vita dei cittadini". Lo ha detto Silvio Bosetti, Presidente della Fondazione dell'Ordine degli Ingegneri di Milano, in occasione della tavola rotonda che ha chiuso il corso online, organizzato dalla stessa Fondazione e dall'Ordine degli ingegneri di Milano, su tecnologie come Bim (Building Information Modeling) e Gis (Sistemi informativi geografici) applicate a opere di urbanizzazione e gestione dei sottoservizi a rete (ciclo idrico, tramvie, reti energetiche, telecomunicazioni). Le lezioni erano partite il 18 maggio scorso a beneficio di dirigenti e quadri delle utilities, Rup e quadri direttivi degli enti locali, professionisti e progettisti, imprese di costruzione, fornitori di servizi e di tecnologie.

Luca Ferrari, direttore generale di Harpaceas, società leader nella proposta di software e servizi per il Bim e tra i soggetti coinvolti nella preparazione del corso, chiosa: "L'applicazione delle moderne tecnologie di progettazione e gestione delle infrastrutture, in particolare le soluzioni Gis e Bim, consentono a enti concedenti e gestori di beneficiare di strumenti informativi che possono significativamente migliorare la pianificazione e amministrazione delle reti. Dare i corretti riferimenti geo-spaziali al modello digitale di un progetto significa calarlo al meglio nella realtà concreta e così ridurre al minimo gli errori, i ritardi, gli sprechi, consegnando alle città delle infrastrutture efficienti, ben gestite e durevoli. Inoltre - conclude Ferrari - la digitalizzazione migliorerà la vita di tutti perché sempre più i big data guideranno le policy e le scelte amministrative nell'ottica della qualità e della sostenibilità dei servizi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli