Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.580,08
    -59,72 (-0,17%)
     
  • Nasdaq

    15.085,47
    -295,83 (-1,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,17 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    66,22
    -0,04 (-0,06%)
     
  • BTC-EUR

    43.520,48
    -184,53 (-0,42%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,14
    -74,62 (-5,18%)
     
  • Oro

    1.783,90
    0,00 (0,00%)
     
  • EUR/USD

    1,1316
    +0,0010 (+0,09%)
     
  • S&P 500

    4.538,43
    -38,67 (-0,84%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,21 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8538
    +0,0044 (+0,52%)
     
  • EUR/CHF

    1,0378
    -0,0019 (-0,19%)
     
  • EUR/CAD

    1,4505
    +0,0032 (+0,22%)
     

**Concorrenza: ass. taxi, progetto devastante, incontro urgente per decidere protesta**

·1 minuto per la lettura

Un incontro urgente in tempi strettissimi, all'inizio della prossima settimana, lunedì o martedì, per "dichiarare immediatamente una data per una prima forte risposta" al "progetto devastante" previsto dal ddl Concorrenza per la categoria dei taxi. E' questa la proposta che Ugl Taxi, Federtaxi Cisal, Tam, Satam, Claai, Unimpresa, Usb Taxi, Or.S.A Taxi, Ati Taxi, Fast Confsal Tpnl, Ass. Tutela Legale Taxi avanzano in una lettera indirizzata alle altre organizzazioni sindacali della categoria. Le sigle firmatarie sollecitano "un incontro urgente al fine - si legge nella missiva - di organizzare le adeguate forme di protesta per contrastare le ultime decisioni del Governo. Un Governo che in maniera arrogante non solo ignora una forte e partecipata protesta come quella del 22 ottobre ultimo scorso che mirava a definire la piena applicazione di quanto pubblicato ormai quasi 3 anni fa in Gazzetta Ufficiale, riguardo le modifiche introdotte con la Legge n.12/2019, ma addirittura rilancia rispetto ad una reiterata volontà di deregolamentare il settore, inserendo il nostro servizio nel ddl concorrenza".

"Abbiamo tutti più volte affermato che il concetto di concorrenza e mercato nel nostro settore non può esistere. Ora dobbiamo essere conseguenti con queste affermazioni e - dicono - dichiarare immediatamente una data per una prima forte risposta a questo progetto devastante".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli