Italia Markets close in 49 mins

Confcommercio: illegalità costa alle imprese 30,2 mld (+1,4%)

Mlp

Roma, 26 nov. (askanews) - L'illegalità costa alle imprese del commercio e ai pubblici esercizi 30,2 miliardi di euro. Il dato relativo al 2019 è in aumento dell'1,4%. E' quanto emerge dall'indagine di Confcommercio diffusa in occasione del convegno "Legalità ci piace!".

Le imprese del settore perdono, a causa dell'illegalità, il 6,4% del fatturato e del valore aggiunto (4,9 miliardi di euro). Sono 197mila posti di lavoro a rischio.

Entrando nel dettaglio, l'abusivismo commerciale costa 8,7 miliardi di euro, l'abusivismo nella ristorazione pesa per 6,6 miliardi, la contraffazione 4,1 miliardi, il taccheggio 3,8 miliardi. I costi della criminalità (ferimenti, assicurazioni, spese difensive) costano 6 miliardi e i costi per la cyber criminalità 1 miliardo.