Italia markets closed

Confindustria ,Mattioli: sogno cambiare Paese attraverso imprese -2-

Mlp

Roma, 14 feb. (askanews) - Sulla manovra finanziaria, la candidata pensa che "sia timida sul tema degli investimenti e delle infrastrutture. Abbiamo dimostrato che quando c'è un'emergenza, come quella del ponte Morandi, si può fare e si può fare in fretta. Bisogna indire delle gare pubbliche, nominare commissari in modo che le opere partano e vadano veloce, come deve essere in questo momento storico".

Alla domanda sulla prima cosa che farebbe se diventasse presidente, Mattioli risponde che "la prima cosa sarebbe ristrutturare l'organizzazione, in secondo luogo potenziare l'Europa e il livello di internazionalizzazione. Serve inoltre mettere intorno al tavolo persone competenti per ogni settore per poter fare veramente una politica dei prossimi cinque anni del nostro paese per le industrie e rendere questo paese un paese veramente accogliente per le industrie, che capisca il valore delle Industrie presenti sul territorio".

Alla domanda sulla discontinuità, Mattioli dice che si tratta di "una parola abusata in questo periodo, per discontinuità si deve intendere un cambiamento in positivo, non una rottura completa. Conosco bene la struttura di Confindustria dall'interno, sono stata presidente della federazione degli orafi, presidente territoriale a Torino e ho fatto la vicepresidente di Confindustria Nazionale. Conosco quello che va potenziato perché funziona ed eliminato perché non funziona e cambiato questo è il valore".

Sul Coronavirus, Mattioli crede che rappresenti "un rischio fortissimo per due ragioni. La prima perché in Italia il 30% degli acquisti dei turisti è composto da turisti cinesi. Il virus rappresenta un problema anche per gli acquisti fatti in Cina dai cinesi, perchè in Cina le città sono vuote e ferme, quindi ci sarà un arresto soprattutto dei prodotti con un alto valore aggiunto che produciamo in Italia, che arriverà nei prossimi mesi. Questo è un rischio non solo per il lusso ma anche per le materie prime che arrivano dalla Cina"