Italia markets closed

Confindustria, passo indietro di Orsini. Dal 19-2 tour dei saggi

Mlp/Ral

Roma, 30 gen. (askanews) - Si profila una corsa a tre per la presidenza di Confindustria. Dopo il passo indietro di Andrea Illy, anche il presidente di Federlegno, Emanuele Orsini, sarebbe pronto a rinunciare. Secondo quanto si apprende Orsini punterebbe ad appoggiare il presidente degli industriali bresciani, Giuseppe Pasini. Resterebbero così in gara per succedere a Vincenzo Boccia tre industriali: il presidente di Assolombarda Carlo Bonomi, il vicepresidente di Confindustria, Licia Mattioli e, appunto, Giuseppe Pasini.

La macchina per l'elezione del nuovo presidente degli industriali si è già messa in moto con la nomina e l'insediamento dei saggi. I tre membri della Commissione di designazione, Andrea Bolla, Andrea Tomat e Carmela Colaiacovo, sono pronti ad avviare le consultazioni con la base confindustriale su tutto il territorio nazionale. Il primo appuntamento è per il 19 febbraio a Roma. A seguire Bologna il 21 febbraio, Milano il 27 e 28 febbraio, Torino il 4 marzo, Napoli il 5 marzo. Le consultazioni si chiuderanno a Milano il 9 marzo.

I tre saggi, entro il 5 febbraio, potranno ricevere eventuali autocandidature sostenute da almeno il 10% dei voti assembleari o dal 10% dei componenti del Consiglio generale, entrambe con dichiarazioni firmate dai presidenti delle associazioni o dai sostenitori membri del Consiglio generale.

Sono attese entro il 5 febbraio le autocandidature degli imprenditori pronti a succedere a Boccia.