Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.850,51
    +592,19 (+1,73%)
     
  • Nasdaq

    15.072,50
    +175,65 (+1,18%)
     
  • Nikkei 225

    29.639,40
    -200,31 (-0,67%)
     
  • EUR/USD

    1,1750
    +0,0054 (+0,46%)
     
  • BTC-EUR

    37.939,79
    +290,59 (+0,77%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.117,27
    +8,35 (+0,75%)
     
  • HANG SENG

    24.510,98
    +289,44 (+1,19%)
     
  • S&P 500

    4.461,18
    +65,54 (+1,49%)
     

Conte (Lega): da Ue ok Prosek croato, grave colpo a made in Italy

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 13 set. (askanews) - La Commissione europea ha annunciato il via libera al riconoscimento dell'indicazione geografica protetta del vino croato Prosek. Lo ha fatto rispondendo a una interrogazione firmato dall'europarlamentare Rosanna Conte, della Lega, insieme ad altri eurodeputati italiani, e che ha fatto seguito a una lettera che la delegazione della Lega al Parlamento europeo aveva inviato a inizio luglio. Ad annunciarlo è la stessa eurodeputata. "Siamo di fronte a un gravissimo colpo a uno dei pilastri del nostro made in Italy nel mondo, il Prosecco. Per quanto Bruxelles si ostini a dire il contrario, è palese come il riconoscimento del Prosek croato, da un lato, costituisca una grave forma di concorrenza sleale al nostro vino, e dall'altro metta in discussione il meccanismo di tutela dei prodotti Dop e Igp".

"Ricordo alla Commissione che il Prosecco, in quanto Dop dell'Ue, dovrebbe essere protetto dalla stessa Ue, e non il contrario - spiega Conte - la Denominazione del Prosecco, al contrario del prodotto croato, lega inscindibilmente il suo nome a quello di un territorio ben definito e di grande valore".

Bruxelles, spiega l'eurodeputata, ha annunciato che la richiesta della Croazia è stata accolta e si procederà con la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale. "Adesso, abbiamo due mesi di tempo per fare pressioni a livello europeo per bloccare questa scellerata decisione. L'Italia faccia sistema per fermarla. Non ne va solo del Prosecco, ma del nostro patrimonio alimentare, economico e culturale", conclude Conte.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli