Italia Markets closed

Conti pubblici, Brunetta: Upb conferma disastro governo

red-eco

Roma, 13 feb. (askanews) - "Soltanto qualche giorno fa avevamo denunciato l'intenzione della Commissione Europea di aprire una procedura d'infrazione per deficit eccessivo contro il nostro Paese, se, dopo le elezioni del 4 marzo, il nuovo governo non adotterà le misure necessarie a fare in modo che il bilancio 2018 rispetti il Patto di Stabilità e Crescita. Rischio confermato dalle parole del vicepresidente della commissione Ue, Valdis Dombrovskis, che ha dichiarato che la situazione dei conti pubblici italiani non è migliorata e ha parlato dell'Italia come del 'caso più complesso' tra le situazioni economiche di tutti i paesi dell'Eurozona. E' quanto afferma Renato Brunetta sottolineando che "oggi, a confermare che quello che avevamo detto noi è vero, l'Ufficio Parlamentare del Bilancio ha denunciato il rischio di una manovra correttiva per l'Italia e ha dichiarato che sarà arduo per il prossimo Governo cancellare le clausole di salvaguardia sulla finanza pubblica per il 2019-2020, oltre a ribadire che l'enorme debito pubblico accumulatosi sotto gli ultimi governi di centrosinistra rappresenta la principale debolezza del nostro Paese. Ha dunque riscritto tutto quello che avevamo anticipato noi, dimenticandosi soltanto di ricordare che questa è la pesantissima eredità che ci hanno lasciato Renzi e Gentiloni. Ci penseranno gli italiani a ricordarlo ai compagni Renzi, Gentiloni e Padoan alle prossime elezioni".