Italia Markets open in 8 hrs 46 mins

Contratti, Cisal: ok rinnovo gas-acqua ma confronto su permessi

Vis

Roma, 13 nov. (askanews) - Il 7 novembre scorso la Cisal FederEnergia ha siglato l'accordo per il rinnovo del del contratto degli oltre 45mila addetti del settore gas-acqua. "Valutiamo positivamente - scrive in una nota la Cisal FederEnergia - il non peggioramento della parte normativa e, tenuto conto del contesto non favorevole, questo è un buon risultato; purtroppo gli importi che i lavoratori riceveranno sono il minimo sindacale con cui si poteva rinnovare questo contratto: per la parte economica è stato ottenuto un aumento di 84 euro sui minimi, così erogati: 26 euro da dicembre 2019, 28 euro da settembre 2020, 30 euro da settembre 2021".

"Tuttavia - continua la nota - non possiamo non porre l'accento, e puntare il dito, contro le tre organizzazioni sindacali antagoniste (Filctem-Cgil/Femca-CISL-Uiltec-UIL) il cui costo eccessivo dei permessi sindacali e dei distacchi a favore dei loro sindacalisti, oltre a creare un enorme squilibrio di agibilità sindacali, continua a pesare sull'approfondimento di tematiche di carattere generale, dalla cogente attualità. Uno per tutti, il sistema di classificazione e correlazione alla mansione, anche in questa tornata di rinnovo contrattuale, non è stato definito come impegno vincolante per le aziende, una distrazione che aiuterà le aziende in continua ristrutturazione ad adibire sempre più lavoratori a mansioni ad elevato contenuto professionale mantenendo gli inquadramenti bassi. Insomma - sottolinea la federazione - se da un lato si può registrare la fine di un negoziato durato mesi, dall'altra si apre un'altra fase di confronto, interna al settore. La Cisal FederEnergia intende far cessare quelle che ritiene rendite di posizione, la cui stessa esistenza è contraria all'interesse generale di lavoratori e lavoratrici del settore".