Italia markets open in 6 hours 2 minutes
  • Dow Jones

    33.587,66
    -681,50 (-1,99%)
     
  • Nasdaq

    13.031,68
    -357,75 (-2,67%)
     
  • Nikkei 225

    27.735,85
    -411,66 (-1,46%)
     
  • EUR/USD

    1,2085
    +0,0009 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    41.245,40
    -6.470,76 (-13,56%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.365,66
    -198,17 (-12,67%)
     
  • HANG SENG

    28.231,04
    +217,23 (+0,78%)
     
  • S&P 500

    4.063,04
    -89,06 (-2,14%)
     

Contratto vaccini Ue-Pfizer mostra prezzo da 15,5 euro a dose - La Vanguardia

·2 minuto per la lettura
Una fiala del vaccino Pfizer-BioNTech

BRUXELLES (Reuters) - L'Unione europea paga 15,5 euro per ogni dose del vaccino Pfizer-BioNTech contro il coronavirus, secondo il primo contratto siglato con le case farmaceutiche e pubblicato oggi dal quotidiano spagnolo La Vanguardia.

Il prezzo conferma le notizie riportate da Reuters negli scorsi mesi. Molti media avevano invece riportato un prezzo inferiore, basandosi su un documento con prezzi parziali pubblicato su Twitter da un politico belga, che conseguentemente aveva cancellato il tweet.

Il documento belga, che includeva i prezzi anche per altri vaccini prenotati dall'Unione europea, aveva alimentato la teoria secondo cui i ritardi nelle consegne dei vaccini fossero dovuti ai prezzi troppo contenuti pagati dalla Ue. Ciò malgrado il contratto AstraZeneca pubblicato a febbraio mostrasse un prezzo maggiore rispetto a quello riportato nel documento belga.

Nel contratto con Pfizer l'Unione europea ha accettato di pagare una media di 15,5 euro per i primi 200 milioni di dosi. Il prezzo poi sarebbe rimasto identico per altre 100 milioni opzionali da ordinare entro una certa data fissata per contratto. Una volta trascorsa quella data, l'Ue avrebbe dovuto pagare 17,50 euro per ogni dose aggiuntiva.

A gennaio Bruxelles ha siglato un nuovo contratto per altri 300 milioni di dosi con Pfizer-BioNTech, che secondo i funzionari europei ha tenuto i prezzi identici a quelli del primo contratto.

Il contratto diffuso da La Vanguardia mostra anche che l'Ue ha pagato 700 milioni di euro in anticipo a Pfizer e BioNTech per i primi 200 milioni di dosi.

Il blocco ora sta negoziando un terzo contratto per un totale di 1,8 miliardi di dosi con le due case farmaceutiche, per 19,50 euro a dose ma con condizioni di consegna molto rigide e l'opzione per l'Ue di ordinare vaccini migliorati contro le varianti del virus.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)