Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.938,52
    -66,88 (-0,26%)
     
  • Dow Jones

    34.385,20
    -254,59 (-0,73%)
     
  • Nasdaq

    14.947,47
    -433,85 (-2,82%)
     
  • Nikkei 225

    28.029,57
    +276,20 (+1,00%)
     
  • Petrolio

    67,27
    +0,77 (+1,16%)
     
  • BTC-EUR

    48.523,93
    -1.764,73 (-3,51%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.389,17
    -52,59 (-3,65%)
     
  • Oro

    1.774,80
    +14,10 (+0,80%)
     
  • EUR/USD

    1,1308
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.508,08
    -69,02 (-1,51%)
     
  • HANG SENG

    23.766,69
    -22,24 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.080,15
    -27,87 (-0,68%)
     
  • EUR/GBP

    0,8546
    +0,0052 (+0,61%)
     
  • EUR/CHF

    1,0385
    -0,0012 (-0,11%)
     
  • EUR/CAD

    1,4512
    +0,0039 (+0,27%)
     

Cop26, Biden verso Glasgow, credibilità Usa su clima a rischio

·1 minuto per la lettura
Joe Biden davanti a dei pannelli solari

di Jeff Mason e Timothy Gardner

WASHINGTON (Reuters) - Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden vuole dimostrare durante la conferenza climatica organizzata dalle Nazioni Unite in Scozia che gli Stati Uniti sono pronti a combattere contro il riscaldamento globale.

Tuttavia le continue contrattazioni nel Congresso, in merito al disegno di legge per fissare i target climatici della sua amministrazione, rischiano di minare il messaggio del presidente sul palcoscenico mondiale.

Biden parte oggi per l'Europa per un meeting del G20 a Roma, a cui seguirà una riunione dei leader mondiali a Glasgow, pensata per salvare il pianeta dalla devastazione causata dall'aumento delle temperature.

Biden si augurava di sfoggiare il decreto inteso per rafforzare la promessa statunitense di tagliare le emissioni di gas serra del 50-52% entro il 2030 - rispetto ai livelli del 2005 - nel tentativo di fornire un esempio ed incoraggiare altre nazioni ad agire in modo ambizioso e rapido per proteggere la Terra.

Il piano include investimenti da centinaia di miliardi di dollari in energie rinnovabili, ma alcuni aspetti - come un programma per ricompensare i produttori d'elettricità che investiranno nelle energie rinnovabili e punire chi non lo farà - sono stati tagliati da un decreto per finanziare l'agenda di Biden in ambito sociale e climatico.

Fino a ieri sera, il partito dei Democratici di Biden non aveva ancora raggiunto un accordo, costringendolo a lasciare Washington a mani vuote.

Anche se i Democratici sono ottimisti di poter raggiungere un accordo nei prossimi giorni, la mancanza di un disegno di legge potrebbe ostacolare Biden nel tentativo di convincere il mondo della sua capacità di mantenere le promesse sul taglio delle emissioni di Co2 negli Stati Uniti.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Roma Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli