Italia markets open in 3 hours 37 minutes

Coronavirus, 4 senatori Usa hanno venduto azioni prima... -2-

A24/Pca/Glv

New York, 20 mar. (askanews) - Burr potrebbe aver agito perchè in possesso di "informazioni privilegiate", visto che, essendo a capo di una potente commissione parlamentare, riceveva aggiornamenti quotidiani sul pericolo portato dal nuovo coronavirus.

La vendita dei titoli è avvenuta, secondo i dati, il 13 febbraio; solo sei giorni prima, Burr minimizzava i rischi del virus in un commento apparso su un giornale, scrive il Washington Post. Le quote di 33 società vendute avrebbero un valore tra 628.033 dollari e 1,72 milioni di dollari.

Burr comunque non è stato l'unico; altri parlamentari hanno venduto grandi quantità di azioni, a febbraio: le senatrici Kelly Loeffler (repubblicana) e Dianne Feinstein (democratica) e il senatore James Inhofe (repubblicano).