Italia markets open in 1 hour 52 minutes
  • Dow Jones

    30.046,24
    +454,97 (+1,54%)
     
  • Nasdaq

    12.036,79
    +156,15 (+1,31%)
     
  • Nikkei 225

    26.376,11
    +210,52 (+0,80%)
     
  • EUR/USD

    1,1906
    +0,0010 (+0,08%)
     
  • BTC-EUR

    15.843,12
    -183,85 (-1,15%)
     
  • CMC Crypto 200

    373,69
    +3,94 (+1,07%)
     
  • HANG SENG

    26.683,52
    +95,32 (+0,36%)
     
  • S&P 500

    3.635,41
    +57,82 (+1,62%)
     

Coronavirus, Acri: se salta coesione sociale democrazia a rischio

Glv
·1 minuto per la lettura

Roma, 30 ott. (askanews) - Con la crisi del coronavirus "se salta la coesione sociale è a rischio la tenuta della democrazia". Lo ha detto il presidente dell'Acri, Francesco Profumo, aprendo la 96esima Giornata mondiale del risparmio. "Nello scenario di grande incertezza che stiamo vivendo - sottolinea Profumo - con la prospettiva di costi sociali altissimi causati dalla pandemia, con l'aumentare di precarietà e povertà, con il crescere di risentimento e rabbia, ci sono seri rischi per la tenuta della coesione sociale del paese". "E se salta la coesione sociale - secondo il presidente - è a rischio la tenuta della democrazia. Lo dico con molta chiarezza, senza allarmismo, ma con lucidità. Dobbiamo avere cura di quello che è il bene più prezioso della nostra società: i corpi intermedi e il loro ruolo insostituibile di coesione sui territori, che devono essere adeguatamente tutelati e promossi". "Dobbiamo sostenere - ha spiegato Profumo - chi si attiva per il bene comune e si organizza con altri cittadini per aiutare chi rischia di restare indietro, come è stato dimostrato anche durante la recente crisi sanitaria. Dobbiamo avere a cuore valori come inclusione e solidarietà: sono questi che ci aiuteranno nei mesi e negli anni a venire. Solo così restituiremo alle nostre comunità la speranza per immaginare il futuro e la voglia di costruirlo insieme. Ne abbiamo davvero bisogno".