Italia markets close in 1 hour 42 minutes

Coronavirus, ad Sea: distribuiti sacrifici tra tutti, compatti

Mch

Milano, 20 mar. (askanews) - "Abbiamo equamente distribuito i sacrifici tra tutti: azionisti, management, dipendenti, partner e fornitori, perché viaggiare compatti (ma distanziati fisicamente) sarà la chiave per salvaguardare il futuro di uno dei principali asset infrastrutturali del Paese". Lo ha scritto l'amministratore delegato di Sea, Armando Brunini, in post su Linkedin dopo l'audizione a Palazzo Marino di alcuni componenti del management della società convocati per condividere con il comune di Milano l'impatto del Coronavirus sulla società partecipata.

"La portata dell'evento disorienta", ha scritto Brunini parlando dell'emergenza Coronovirus. "Ancor di più non avere elementi per capire che società, economia e industria del trasporto aereo troveremo quando ne usciremo. In ogni caso - ha detto - non possiamo permetterci tentennamenti e quindi procediamo".

Per il top manager di Sea "gli obiettivi sono chiari: garantire condizioni di massima sicurezza ai dipendenti e ai passeggeri rimasti, mitigare l'impatto economico e difendere la cassa per uscire dalla crisi più integri possibile, pronti per la ripartenza". Per fare questo, ha ricordato, "è stato necessario chiudere temporaneamente Linate e il Terminal 1 di Malpensa. Decisione avallata dalle Autorità, che ringrazio. Così limitiamo i rischi di contagio e conteniamo i costi pur garantendo i servizi essenziali".