Italia markets open in 8 hours 19 minutes

Coronavirus, Assindatcolf: vademecum per chi assume baby sitter

Vis

Roma, 9 mar. (askanews) - Assindatcolf, l'associazione dei datori di lavoro domestico, pubblica un vademecum per le famiglie che, con la chiusura delle scuole a causa dell'emergenza coronavirus, stanno pensando di affidare i propri figli a una baby sitter. Anche ai tempi del coronavirus "quello della baby sitter non deve essere considerato un lavoretto e, seppure per poche ore al giorno, è necessario contrattualizzare la tata. Solo in questo modo avrà anche una copertura assicurativa in caso di eventuali infortuni".

La selezione è un momento importante. "Non tutti hanno la preparazione per occuparsi dei nostri figli - sottolinea il vademecum - soprattutto quando sono piccoli. Attenzione al curriculum e meglio se l'aspirante tata può vantare un percorso di studi. In questo caso potrà anche supportare i bambini nello svolgimento dei compiti assegnati".

È necessario poi conoscere lo stile di vita delle aspiranti baby sitter: "Ora più che mai è importante conoscere nel dettaglio le abitudini: abita vicino o lontano al luogo di lavoro? Si sposta con i mezzi pubblici? Anche queste informazioni è bene che condizionino la scelta finale".

Inquadramento e retribuzioni sono altri due elementi di cui tener conto, così come il tema dell'assunzione in regime di convivenza. "Oltre al contratto di lavoro domestico - conclude l'associazione - quella del libretto famiglia è un'altra opzione da tenere in considerazione affinchè la lavoratrice sia in regola, ovviamente nel rispetto delle specifiche che disciplinano questo strumento".