Italia Markets close in 42 mins

Coronavirus, Assoporti: allarmismo produce danni a economia

Rea

Roma, 30 gen. (askanews) - "Non vogliamo sottovalutare il rischio di contagio da coronavirus ma generare allarmismo in un momento così delicato rischia di creare una psicosi che potrebbe portare al rischio di blocco e chiusura dei mercati in maniera del tutto prematura producendo così un danno enorme ad una economia così delicata come la nostra. E non parlo solo di dati economici che riguardano le autoritá portuali ma di tutto il sistema economico del Paese". Così Daniele Rossi presidente di Assoporti.

"Abbiamo piena fiducia nelle autorità sanitarie italiane che lavorano fianco a fianco sia con l'Organizzazione Mondiale della Salute, che con tutte le autorità sanitarie su scala globale. Queste si sono subito adoperate per attivare i protocolli di sicurezza sanitaria in tutta le aree a rischio, in particolare porti e aeroporti. Le istituzioni che operano in ambito portuale, in primis gli uffici preposti alla Sanità Marittima, Agenzia delle Dogane e Capitaneria di Porto, verificano con cura tutte le navi in arrivo in porto prima di rilasciare l'autorizzazione all'ormeggio, e lo scarico di merci o lo sbarco di persone. Come Autorità di Sistema Portuale - prosegue il presidente Rossi - lavoriamo a stretto contatto con queste istituzioni al fine di garantire la massima sicurezza e di salvaguardare miliardi di euro in merce - molte di lusso - che in questi anni abbiamo portato in Cina generando lavoro, ricchezza, pil e che hanno generato l'arrivo del 10% di container cinesi nel nostro Paese qualificandoci come uno dei loro partner commerciali migliori", conclude il presidente di Assoporti.