Italia markets closed

Coronavirus, in aumento regolarizzazioni assunzioni badanti e colf

Rar

Milano, 24 mar. (askanews) - Effetto ordinanze restrittive per il coronavirus: in questi giorni sono in aumento di oltre il 10% le richieste di assunzione di badanti, colf e baby sitter. Ma quasi tutte sono regolarizzazioni. L'incremento è stato registrato da Nuova Collaborazione, l'Associazione dei datori di lavoro domestico partner di Confindustria e parte attiva della Fidaldo, la Federazione delle associazioni del lavoro domestico.

"Si tratta per quasi tutti i casi di regolarizzare le posizioni", ha spiegato Alfredo Savia, presidente di Nuova Collaborazione e della Fidaldo. "La ragione è che molte famiglie temono che le loro colf o le badanti che seguono gli anziani di casa siano fermate dalle forze dell'Ordine con le relative conseguenze. Tutto ciò significa che si sta determinando un effetto emersivo del lavoro nero". Il decreto del Governo del 22 marzo non sospende il lavoro domestico. Colf, badanti e babysitter, se in possesso di un regolare contratto di assunzione, possono quindi proseguire la loro prestazione.

"Da tempo siamo impegnati per l'emersione del lavoro nero - prosegue Savia - anche se in Italia i decisori pubblici non riescono a prendere coscienza del fatto che le famiglie italiane sono anche datori di lavoro, per cui le misure adottate a sostegno della famiglia, non prevedendo per esempio ammortizzatori sociali, ce ne danno l'ennesima conferma. In ogni caso, l'assunzione regolare è la miglior tutela. E conviene".