Italia markets closed

Coronavirus, Bagnai: attivarsi contro vendite allo scoperto

Mlp

Roma, 9 mar. (askanews) - "L'avvio di contrattazioni di Piazza Affari, particolarmente drammatico, rende imperativo attivarsi contro le azioni di vendita allo scoperto sugli asset italiani". E' quanto afferma Alberto Bagnai, senatore della Lega e presidente della commissione Finanze e Tesoro del Senato, commentando a caldo il crollo della borsa di Milano in apertura delle contrattazioni odierne.

"In questo momento il FtseMib registra una débâcle dell'11% - evidenzia il senatore della Lega - auspico che la Consob intervenga al più presto per chiarire se dietro l'ondata di vendita che sta colpendo i nostri asset vi siano anche manovre di speculazione che, approfittando di un'emergenza nazionale, lucrano, danneggiando il risparmio degli italiani". Secondo il senatore della Lega, al fine di contribuire a stabilizzare il quadro generale, è a questo punto necessario l'intervento della BCE sulla falsariga di quello che fece la Federal Reserve nel corso della crisi finanziaria del 2008. "Siamo giunti a un punto in cui gli speculatori possono essere fermati solo se si trovano davanti una potenza di fuoco finanziaria in grado di non essere abbattuta dagli investitori, come è solo quella offerta dalle banche centrali".

"Tuttavia - conclude Bagnai - anziché incalzare l'Europa su questo fronte, l'attuale governo sembra essere più preoccupato dalla tenuta dei conti pubblici, confermando di vivere fuori dalla realtà".