Italia markets close in 58 minutes

Coronavirus, Baretta: bene Sure bond, Ue vada avanti

Cam

Roma, 2 apr. (askanews) - "Il finanziamento delle Casse integrazioni nazionali e degli ammortizzatori sociali per tutelare i lavoratori attraverso i Sure bond è il primo segnale dell'inversione di tendenza che l'Unione europea sta mettendo in atto, ora bisogna andare avanti". È il commento del sottosegretario all'Economia, Pier Paolo Baretta, alla notizia dell'approvazione da parte della Commissione europea del primo strumento comune di risposta alla crisi economica generata dal Coronavisur. "Già nel 2008 - spiega Baretta -, dopo la crisi finanziaria generata dal fallimento di Lehman&Brothers e ancor di più durante il semestre italiano, avevamo chiesto l'attivazione di un fondo a garanzia della disoccupazione europea. Ben venga che la Commissione abbia deciso di riprendere lo spirito di quell'iniziativa e di declinarlo come prima risposta all'emergenza economica del Coronavirus. I lavoratori e la difesa dei posti di lavoro deve essere la priorità in questo momento, ma, come affermato dal commissario Gentiloni, serve ora fare un ulteriore sforzo. Il Mes, con le regole attuali, non è lo strumento adatto per superare questa crisi. Servono bond europei che non mutualizzino il debito, ma che permettano agli stati di finanziare progetti comuni per il rilancio economico del continente. Non è solo un problema italiano, lo ha riconosciuto anche la presidente Von Der Leyen questa mattina, scusandosi col nostro Paese. Bene - conclude Baretta -, ma ora si passi dalle parole ai fatti. È il momento".