Italia markets closed

Coronavirus, Boccia: sì beni essenziali, stop imprese non sicure

Glv

Roma, 24 mar. (askanews) - Le imprese che producono beni essenziali devono restare aperte, garantendo il rispetto delle misure di sicurezza durante l'emergenza coronavirus. Lo ha sottolineato il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, secondo cui "c'è un protocollo che abbiamo sottoscritto e condiviso con il governo: è evidente che le fabbriche, se non ci sono le condizioni di sicurezza, vanno chiuse".

"Il punto è - ha spiegato Boccia durante la registrazione di 'Porta a porta' - stabilire insieme, sindacati governo e tutti noi, un atto di responsabilità verso il paese per garantire beni e servizi essenziali, rifornire le farmacie e i negozi alimentari. Per superare questa fase, la più difficile dal Dopoguerra a oggi, e poi occuparci della 'fase due', cioè come governare la transizione, perchè abbiamo aziende che arriveranno a fatturato zero".