Italia markets closed

Coronavirus, bonus baby sitter: come viene pagato

webinfo@adnkronos.com

L'Inps ha pubblicato la circolare che regola la norma relativa ai voucher per l'acquisto di servizi di baby sitting, con cui vengono fornite le indicazioni sulle modalità operative per accedere al bonus. Le domande per ottenere il voucher, potranno essere presentate tramite applicazione web online, disponibile su portale istituzionale Inps; contact center integrato; patronati, attraverso i servizi offerti gratuitamente dagli stessi.  

Sulla base delle domande per accedere ai voucher baby sitter ''in ordine cronologico'', l'Inps effettua ''un monitoraggio e comunica l’accoglimento dell’istanza fino all’esaurimento dei fondi complessivamente stanziati e destinati alla misura agevolativa''. E' quanto prevede la circolare dell'Istituto. 

Il bonus vale per i figli di età non superiore a 12 anni (in alternativa allo specifico congedo di quindici giorni). Il beneficio spetta, con importi complessivi fino a 600 euro ovvero fino a 1.000 euro a seconda dei casi, sulla base delle modalità operative stabilite dall’Inps, a cui deve essere presentata apposita domanda. Il voucher potrà essere chiesto dai dipendenti del settore privato, dagli iscritti alla gestione separata, dagli autonomi iscritti e non iscritti all’Inps. Per quanto riguarda i lavoratori pubblici, la platea dei soggetti potenziali beneficiari della misura comprende i lavoratori dipendenti del settore sanitario, pubblico e privato accreditato, appartenenti alle seguenti categorie: medici; infermieri; tecnici di laboratorio biomedico; tecnici di radiologia medica; operatori sociosanitari. Può accedere al bonus anche il personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso pubblico.