Italia markets closed

Coronavirus, Cgia Mestre: 3,6 mld insufficienti, servono... -2-

Cos

Roma, 1 mar. (askanews) - Se l'emergenza Coronavirus dovesse diffondersi a dismisura in tutte le regioni del Nord e durasse qualche mese, senza mettere in campo delle contromisure adeguate, il rischio che una buona parte dell'economia nazionale si fermi è alquanto probabile, sostiene la Cgia.

L'Ufficio studi ricorda che in Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Piemonte e Liguria viene "generata" la metà del Pil nazionale e del gettito fiscale che finisce nelle casse dell'erario; vi lavorano oltre 9 milioni di addetti occupati nelle imprese private (pari al 53 per cento del totale nazionale); da questi territori partono per l'estero i 2/3 delle esportazioni italiane e si concentra il 53 per cento circa degli investimenti fissi lordi.