Italia markets open in 7 hours 11 minutes

Coronavirus, Cgil a Toti: no ricette facili per superare crisi

Fos

Genova, 26 mar. (askanews) - "La Cgil non farà mancare il proprio contributo nella difficile fase della ripresa, ma la quotidianità, soprattutto adesso lo insegna: in sanità, come per lo sviluppo, non ci sono facili ricette che possano portarci fuori dalla crisi in modo automatico". Così il segretario della Cgil della Liguria, Federico Vesigna, risponde al governatore della Liguria, Giovanni Toti, che oggi su Facebook aveva scritto che per ripartire dopo l'emergenza coronavirus servirà "libertà assoluta", citando anche l'ex segretario della Cgil Di Vittorio.

"Senza una massiccia dose di investimenti pubblici - sottolinea Vesigna - non c'è libertà che tenga, neanche quella da lei tanto agognata sulla semplificazione dei contratti di lavoro, come se non lo fossero già abbastanza. Dopodiché, senza dover scomodare Di Vittorio, che purtroppo ci ha lasciato prima del boom economico, per provare a costruire il futuro bisogna prima aver fatto tutto quello che serve per garantirsi il presente".

"E' su questo punto - aggiunge il segretario ligure della Cgil - che si devono concentrare i suoi sforzi. Un esempio? Il disordine organizzativo del sistema sanitario regionale non consente un adeguato monitoraggio del contagio in Liguria e visto che non si riescono a fare i tamponi, si è data indicazione di fare i test sierologici, non altrettanto affidabili, ma che possono consentire di effettuare screening di massa". (segue)