Italia markets open in 8 hours 42 minutes

Coronavirus, Cisl a Toti e Asl: misure urgenti per la Liguria

Vis

Roma, 9 mar. (askanews) - Le federazioni del pubblico impiego e dei medici della Cisl, unitamente alla Cisl Liguria, hanno chiesto al presidente della Regione, Giovanni Toti, e ai direttori generali di Asl e aziende ospedaliere liguri l'adozione di "provvedimenti urgenti" per fronteggiare l'emergenza coronavirus.

La Cisl chiede la dotazione di adeguati dispositivi di protezione individuale (mascherine FP2-3, camici/tute protezione, occhiali protettivi) per tutto il personale operante nei servizi di emergenza-urgenza, nei reparti di degenza, negli ambulatori sia ospedalieri che territoriali (compresi quelli dei medici di medicina generale e della continuità territoriali) nel rispetto delle prescrizioni di legge in tema di sicurezza sul lavoro. Poi un piano di assunzioni straordinario in tutto il comparto sanitario, dai medici agli infermieri, ai tecnici di laboratorio e per tutte le professioni che gravitano intorno al mondo sanitario.

Ancora: la sospensione dei ricoveri programmati (ad eccezione di quelli per patologie oncologiche) e sospensione delle attività ambulatoriali non urgenti, in modo da garantire la disponibilità di un congruo numero di posti letto e di personale in previsione del rapido incremento dei ricoveri che l'attuale situazione lascia prevedere. Infine, l'accelerazione dei tempi di risposta sull'esito dei tamponi per il personale sanitario, costretto ad attendere anche per giorni i risultati sul loro stato di salute e che, nel frattempo, deve continuare a prestare il proprio servizio di tutela della salute pubblica, spesso a contatto con l'utenza.