Italia markets closed

Coronavirus, Confcooperative: mancano dpi, rischia stop trasporto merci

Cam

Roma, 15 mar. (askanews) - "Sono almeno 150.000 i lavoratori delle nostre cooperative al lavoro questo week end. Fermo restando che il primo applauso va a medici e infermieri, il secondo va ai soci e ai lavoratori delle nostre imprese che in silenzio e con altrettanto eroismo portano avanti il loro lavoro. Si lotta contro il tempo, contro mille difficoltà e soprattutto con l'esaurimento dei dispositivi di protezione. Senza c'è il rischio dello stop alle attività con conseguenze inimmaginabili". L'allarme lo lancia Massimo Stronati, presidente di Confcooperative Lavoro e Servizi "Almeno tre i settori che ci vedono particolarmente impegnati: il trasporto merci per rifornire la distribuzione al consumo e al dettaglio; la sanificazione degli ambienti ospedalieri e della PA; la vigilanza che si rende sempre più necessaria per garantire la sicurezza dei supermercati e dei negozi chiusi". "Ci sono altri settori in difficoltà per assenza di dpi, tra questi le manutenzioni e la raccolta rifiuti. Mentre altri sono praticamente in stallo, come il trasporto persone, i taxi, gli ncc, la filiera logistica dei mobili. E la ristorazione - conclude Stronati - non va meglio, sono 8.000 i lavoratori in sospensione".