Italia markets open in 7 hours 11 minutes

Coronavirus, Confindustria: Ue decisiva, ora anche gli eurobond

Vis-Mlp

Roma, 26 mar. (askanews) - Il ruolo dell'Europa sarà "decisivo" per fronteggiare l'emergenza sanitaria. Ha già assunto "decisioni incoraggianti", come la sospensione di alcune clausole del patto di stabilità e crescita e le misure temporanee sugli aiuti di Stato. Ora è chiamata a compiere "azioni straordinarie" per preservare i cittadini europei da una crisi le cui conseguenze rischiano di essere "estremamente pesanti" e di incidere "irreversibilmente" sul modello economico e sociale. E' quanto sottolinea Confindustria in una memoria depositata nella commissione bilancio del Senato.

Secondo l'associazione degli imprenditori è "fondamentale" affiancare all'azione dei singoli Paesi modalità di intervento definite a livello dell'intera Eurozona, inclusa la possibilità di "emettere debito con garanzia europea. Si tratterebbe di titoli pubblici sovranazionali, con il rating più elevato e sostanzialmente privi di rischio. Soprattutto, deve trattarsi di titoli aggiuntivi rispetto alle emissioni sovrane dei singoli Stati membri dell'area e che, se disegnati così, non comporterebbero alcuna mutualizzazione dei debiti pubblici nazionali esistenti".

In questa fase emergenziale, inoltre, potrebbero essere utilizzate le risorse disponibili del Mes, il meccanismo europeo di stabilità. "Nel caso dell'utilizzo delle risorse finanziarie del Mes - aggiunge Cinfindustria - l'Italia potrebbe godere di una linea di credito fino a 120 miliardi".