Italia markets open in 1 hour 44 minutes

Coronavirus, Coop e sindacati: mancano dpi per 350mila cooperatori

Mlp

Roma, 23 mar. (askanews) - "Mancano i dispositivi di protezione per 350.000 cooperatori sociali che svolgono lavoro prezioso in una fase drammatica del Paese". A lanciare l'allarme sono cooperative e sindacati.

Fp Cgil, Cisl Fp, Fisascat Cisl, Uil Fpl, Uiltucs, Confcooperative Federsolidarietà, Legacoopsociali, Agci firmatarie del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del settore dei servizi sociali, sociosanitari, educativi e di inserimento lavorativo della cooperazione sociale "ringraziano tutti i lavoratori e tutte le cooperative sociali impegnati congiuntamente, in una fase così drammatica per il Paese, a tutelare l'occupazione nel rispetto del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro".

Le lavoratrici e i lavoratori "con grandi difficoltà stanno continuando a prestare la propria professionalità, nei territori, per erogare servizi alle persone in difficoltà, ovvero persone anziane, minori, persone con disabilità sia presso le residenze sanitarie che a domicilio, presso le comunità psichiatriche, presso le strutture per persone con dipendenze, senza fissa dimora e migranti. Tali servizi essenziali per gli utenti, ed indirettamente per le loro famiglie, sono diffusi in tutt'Italia, occupano oltre 350.000 lavoratrici e lavoratori e garantiscono in quota parte il welfare italiano e conseguentemente la tenuta sociale ed economica del nostro Paese".