Italia markets closed

Coronavirus, dal Banco Bpm tre miliardi per le imprese colpite

Glv

Roma, 23 mar. (askanews) - Il Banco Bpm stanzia un plafond di tre miliardi di euro per sostenere il tessuto economico del paese "colpito duramente dall'epidemia di coronavirus". Al plafond potranno aderire aziende appartenenti a tutti i settori di attività economica senza limiti dimensionali di fatturato e operatori del Terzo settore.

Nella valutazione delle richieste, "che seguiranno un iter accelerato, si darà priorità a chi opera in quei settori di attività e in quelle filiere produttive che hanno subito un maggior impatto dall'emergenza o che sono direttamente coinvolte nella gestione della stessa". In particolare, "le aziende potranno richiedere un finanziamento a condizioni economiche di particolare favore della durata fino a 24 mesi con un preammortamento, compreso nella durata complessiva, fino a nove mesi".

Il plafond "rientra nel quadro di un'attività più ampia di sostegno alla clientela e ai territori che il Banco Bpm sta realizzando anche in coordinamento con le iniziative di sistema (ad esempio, il supporto alle esigenze derivanti dalle prossime scadenze di pagamento) e per il tramite delle proprie fondazioni Banca Popolare di Lodi, Creberg, Banco San Geminiano e San Prospero e dall'Associazione Popolare Crema per il territorio".

"Il nostro ruolo - afferma l'amministratore delegato Giuseppe Castagna - di banca di riferimento per l'economia dei territori ci impone, in questo momento così difficile e incerto, di rendere disponibili nel più breve tempo possibile risorse supplementari necessarie a sostenere il tessuto socio-produttivo del nostro paese".

"Attraverso specifici presidi - aggiunge Castagna - stiamo seguendo giorno dopo giorno l'evolversi della situazione con l'intento di attuare tutte le misure possibili per supportare i nostri clienti, le imprese e la comunità. Con la costituzione di questo plafond da tre miliardi intendiamo offrire un aiuto concreto a supporto della liquidità delle aziende, duramente colpite dall'emergenza, con l'obiettivo di sostenerne l'attività per tutto il tempo che sarà necessario, anche attraverso le ulteriori iniziative che si renderà utile definire".