Italia markets closed

Coronavirus, fa arrivare a casa sua un’escort in taxi : denunciata la donna

coronavirus denuncia escort taxi

Un uomo di Trento, costretto a rimanere a casa per via dell’emergrenza coronavirus, ha deciso di chiamare una escort e farla arrivare a casa sua in taxi. É stato proprio quest’ultimo ad attirare l’attenzione dei residenti del piccolo paesino delle Giudicarie Esteriori che hanno avvisato la Polizia Locale che, intervenendo, ha potuto costatare che la donna fosse presente su molti siti di incontri per professioniste del sesso a pagamento. Ad essere sanzionata è stata però solo la donna, in quanto era fuori dalla sua abitazione per motivi non riconducibili a quelle permessi che ricordiamo essere motivi di lavoro, di salute o necessità comprovata.

Fa arrivare a casa la escort in taxi

Questo di Trento purtroppo non è un caso isolato. In molti ancora non rispettano le nuove direttive sugli spostamenti e non riescono a fare dei sacrifici. Questa settimana a Rimini è stato fermato un trio hard che approfittava della quarantena per fare orge all’aperto, alcune delle quali venivano poi condivise sul web. Molti spacciatori continua a circolare e ad essere fermati dalla polizia che ne comprende subito la finta motivazione dello spostamento. Sui siti d’incontri le prostitute continuano a promuovere i propri servizi, arrivando addirittura a inserire tra questi la misurazione della febbre.

Le denunce in Italia

Le denunce in tutta Italia ormai superano il numero dei contagi e, malgrado i continui richiami e raccomandazioni da più parti, ancora sono molti coloro che agiscono in maniera irresponsabile.Il prolungamento delle misure di contenimento contribuirà con buona probabilità a rendere i dati delle denunce ancora più alti, anche se la speranza che il messaggio di rimanere a casa possa essere finalmente arrivato è sempre molto forte.