Italia markets closed

Coronavirus, Filcams Cgil: salute prima cosa in commercio-servizi

Cos

Roma, 13 mar. (askanews) - "Gli addetti dei settori del commercio, turismo e servizi sono tutti in prima linea" ma "la salute e la sicurezza" devono essere garantite "prima di tutto". Così la Filcams Cgil in una nota, dove si chiede di correggere le misure varate dal governo per escludere dalla lista delle attività cnsiderate "di prima necessità" la "gran parte" delle attività del commercio al dettaglio.

"L'approvvigionamento di prodotti alimentari può essere ugualmente garantito restringendo il nastro orario di apertura durante la settimana e chiudendo almeno la domenica - sottolinea il sindacato - Così come riteniamo che un identico correttivo vada adottato anche per le attività dei servizi di ristorazione sempre previsti nell'art 1 del Dpcm".

"Non possiamo far finta di condurre gli stessi stili di vita - afferma la segretaria generale della Filcams Cgil Maria Grazia Gabrielli - perchè la situazione ci impone dei cambiamenti necessari, come sintetizzato nel messaggio #iorestoacasa. Mentre il DPCM dell'11 marzo va nella direzione opposta: continuare sempre aperto 365 giorni l'anno e h24".(Segue)