Italia markets close in 6 hours 18 minutes

Coronavirus, Fiom Milano: tute blu in sciopero, salute priorità

Mlp

Roma, 13 mar. (askanews) - "Non siamo sacrificabili": lavoratori in sciopero nelle aziende metalmeccaniche di Milano e provincia. Lo comunica la Fiom di Milano spiegando: "non accettiamo lezioni da chi non ha rispetto per le lavoratrici e i lavoratori".

In una situazione di emergenza come questa, secondo la Fiom Milano "non si possono usare due pesi e due misure: da una parte i cittadini, cui viene giustamente chiesto di "restare a casa" per diminuire le possibilità di contagio, dall'altra i lavoratori, in maggioranza operai (quelli che per le mansioni che svolgono non possono utilizzare lo smart working) obbligati a recarsi e restare in azienda, spesso in assenza delle condizioni di sicurezza previste dai decreti".

Quando la salute "è a rischio fermarsi è un atto di grande responsabilità (ed è grave che presidente regionale di Confindustria Marco Bonometti la pensi diversamente) e se non lo capiscono le imprese e le istituzioni lo fanno e lo faranno le lavoratrici e i lavoratori. Ieri hanno scioperato alla Scotsman Ice di Pogliano Milanese (che produce macchinari per la refrigerazione) e alla Bitron di Cormano (componenti per auto). Oggi scendono in sciopero i lavoratori della Electrolux di Solaro (700, in maggioranza donne, e con lavoro alla catena), quelli della Lobo di Cornaredo (fabbrica che produce bulloni) e della Tecnomagnete di Lainate. Lunedì incroceranno le braccia i lavoratori della Lear Corporation di Pozzo d'Adda (che producono sedili per auto di lusso)".(Segue)