Italia markets closed

Coronavirus, Francia pronta a nazionalizzare imprese da difendere

Voz

Roma, 17 mar. (askanews) - Il governo della Francia si spinge a ipotizzare la nazionalizzazione di grandi imprese dell'Esagono, se si rendesse necessario proteggerle in quando diventate vulnerabili o finite in dissesto a causa della pandemia da coronavirus. Lo scenario è stato esplicitamente evocato dal ministro delle Finanze, Bruno Le Maire, durante una videoconferenza stampa che segue la drastica stretta alle misure preventive, annunciata ieri dal presidente Emmanuel Macron.

Le Maire ha affermato che il governo è pronto a proteggere le imprse francesi effettuando ricapitalizzazioni, prese di partecipazioni societarie o anche assumendone il pieno controllo. "Potrei anche usare la parola nazionalizzazione, se necessario", ha detto.

Parallelamente Parigi ha a sua volta deciso di vietare le vendite al ribasso e allo scoperto in Borsa, un provvedimento mirato alle blue chip nazionali e che viene prorogato, come in Italia, di giorno in giorno. Il tutto mentre l'esecutivo ha appena varato un pacchetto di misure da 45 miliardi di euro in risposta all'emergnza sanitaria ed economica.