Italia markets closed

Coronavirus, Gentiloni: intervento del Mes è una possibilità -2-

loc/sam

Bruxelles, 18 mar. (askanews) - Gentiloni ha quindi spiegato che cosa significhi in concreto oggi fare "qualunque cosa sia necessaria" (che riecheggia il "Whatever it takes" con cui Mario Draghi salvò l'Eurozona nel 2012), per rispondere alla minaccia di una durissima crisi prima sanitaria e poi economica e sociale dovuta all'epidemia, come hanno promesso nei giorni scorsi i presidenti del Consiglio europeo, Charles Michel, della Commissione, Ursula von der Leyen, e dell'Eurogruppo, Mario Centeno.

"Deve significare in primo luogo - ha indicato il commissario - avere liquidità, avere cassa. Perché magari per una grandissima impresa è più facile, sebbene anche le grandissime imprese, in alcuni settori come il turismo o l'aviazione, siano in grande difficoltà. Ma per le piccole e medie imprese - ha precisato - significa avere cassa, significa avere strumenti di sostegno ai lavoratori che rischiano di perdere il posto di lavoro, quella che in Italia chiamiamo cassa integrazione, o cassa integrazione in deroga, ed estensione della cassa anche a settori in cui finora non era utilizzata. Significa dilazione di pagamenti di tasse o di mutui".

"Tutte queste misure - ha continuato - fanno parte di un pacchetto di emergenza. Poi servirà, come dire, la ricostruzione, se vogliamo usare un linguaggio da dopoguerra. Perché dopo che avremmo vinto la battaglia fondamentale, che è la battaglia contro il virus, servirà rimettere in moto la nostra economia e ridare fiato al nostro sviluppo".

"Ma oggi - ha concluso Gentiloni - dobbiamo affrontare l'emergenza: liquidità, posti di lavoro, e più di tutto, naturalmente, sistema sanitario".