Italia markets closed

Coronavirus, il presidente del Brasile: "Mi spiace"

coronavirus-bolsonaro

Il Coronavirus in Brasile continua a far registrare numeri da paura, ma nonostante ciò la linea di Bolsonaro non cambia. Il presidente sudamericano non ha intenzione di adottare misure più rigide per contrastare la diffusione del Covid-19. Ormai da oltre quaranta giorni il Brasile è diventato a tutti gli effetti il nuovo centro dell’epidemia sanitaria mondiale facendo registrare, quotidianamente, numeri a doppi zeri.

Jair Bolsonaro, presidente del Brasile, continua imperterrito a ignorare le misure da adottare per poter contrastare al meglio il Coronavirus. Anzi, ai suoi sostenitori – davanti al palazzo presidenziale sito nella capitale Brasilia – ha riferito che c’è ben poco da fare.

Coronavirus, Bolsonaro: “Moriremo tutti”

“Mi dispiace per le vittime di Coronavirus, ma moriremo tutti”. Lo ha detto il presidente brasiliano Jair Bolsonaro nella giornata di martedì 2 giugno. Il presidente brasiliano, stando a quanto riportano le cronache locali, avrebbe risposto così a una sua sostenitrice che gli chiedeva semplicemente una parola di conforto.

“Abbi fede che cambieremo il Brasile”, ha sottolineato Bolsonaro. “E alle persone in lutto, che sono tante, cosa dice?”, ha insistito la sostenitrice, che ha citato anche passi della Bibbia. “Mi dispiace per tutti i morti, ma è la fine di tutti noi”, ha replicato Bolsonaro.

Intanto, il Brasile ha registrato nella giornata di martedì 2 giugno un altro record, questa volta per quanto concerne il numero di vittime da Coronavirus: nelle ultime ventiquattro ore sono state ben 1262. Il bilancio totale delle vittime da Covid-19 in terra sudamericana, per quanto concerne i numeri ufficiali, è pari a 31.199.