Italia Markets close in 3 hrs 3 mins

Coronavirus, la Bei versa all'Italia 1 miliardo per la sanità

Rar
·1 minuto per la lettura

Milano, 15 ott. (askanews) - La Banca europea per gli investimenti ha versato oggi il primo dei due miliardi previsti per la sanità italiana per il rafforzamento di strutture e organici in seguito all'emergenza determinata dalla pandemia da Covid-19. Il Framework loan da due miliardi - pari a circa i due terzi delle risorse necessarie per gli interventi previsti dal Dl rilancio nel settore sanitario - era stato firmato a luglio tra Bei, Mef, Ministero della Sanità e il Commissario straordinario per l'emergenza. Per importo si tratta di uno tra i maggiori prestiti finora concessi con una singola operazione nella storia della Bei nell'intera Unione europea. La durata del finanziamento è di 15 anni, il tasso di interesse è pari a zero. Il prestito finanzierà gli interventi inclusi nei piani di emergenza predisposti dalle Regioni in risposta alla pandemia e in particolare: rafforzamento della rete ospedaliera con 8.025 posti in terapia intensiva e semi-intensiva (3.500 nuovi posti letto per la terapia intensiva, 4.225 in semi-intensiva, quattro strutture mobili per 300 posti di terapia intensiva); ristrutturazione di 651 pronto soccorso; materiali di consumo e attrezzature sanitarie; mezzi di trasposto sanitari e personale sanitario aggiuntivo, anche temporaneo, per 9.600 unità; supporto per l'assistenza territoriale, con il rafforzamento di infrastrutture e sistemi digitali per l'assistenza domiciliare e residenziale e per il monitoraggio da remoto, attivazione di centrali operative regionali per il monitoraggio dei pazienti.