Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.352,46
    +151,02 (+0,68%)
     
  • Dow Jones

    29.910,37
    +37,90 (+0,13%)
     
  • Nasdaq

    12.205,85
    +111,44 (+0,92%)
     
  • Nikkei 225

    26.644,71
    +107,40 (+0,40%)
     
  • Petrolio

    45,53
    -0,18 (-0,39%)
     
  • BTC-EUR

    15.156,74
    +305,17 (+2,05%)
     
  • CMC Crypto 200

    333,27
    -4,23 (-1,25%)
     
  • Oro

    1.788,10
    -23,10 (-1,28%)
     
  • EUR/USD

    1,1970
    +0,0057 (+0,48%)
     
  • S&P 500

    3.638,35
    +8,70 (+0,24%)
     
  • HANG SENG

    26.894,68
    +75,23 (+0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.527,79
    +16,85 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8984
    +0,0068 (+0,77%)
     
  • EUR/CHF

    1,0811
    +0,0014 (+0,13%)
     
  • EUR/CAD

    1,5539
    +0,0038 (+0,24%)
     

Coronavirus in Lombardia, il sottosegretario alla Salute spaventa i milanesi

·1 minuto per la lettura
covid zampa milano zona rossa
covid zampa milano zona rossa

La sottosegretaria alla salute Sandra Zampa non esclude la possibilità di istituire la zona rossa a Milano per cercare di contenere i contagi da covid in Lombardia, ma specifica come questa decisione debba essere presa esclusivamente da sindaci, presidenti di Regione e Governo. Al momento però la sottosegretaria esclude un lockdown nel capoluogo lombardo.

Milano, Zampa: “Non escludiamo zona rossa”

Intervenuta al programma “24Mattino” in onda su Radio24, la sottosegretaria alla salute Sandra Zampa ha parlato del coprifuoco attuato in Lombardia, non escludendo la possibilità che anche Milano possa diventare zona rossa, in casi estremi.

Milano deve prendere le misure necessarie, compresa eventualmente diventare zona rossa. Questa valutazione la possono fare gli scienziati e gli esperti a cui il sindaco Sala e il presidente Fontana si stanno già rivolgendo. Milano, come tutte le grandi città, è in sofferenza e bisogna prendere provvedimenti rigorosi per fermare questi numeri“. Così dichiara nello specifico la sottosegretaria, che poi aggiunge come la decisione spetti alle autorità competenti.

Zampa in seguito afferma come la decisione presa nell’ambito lombardo sia stato frutto di un colloquo continuo con il Ministro Speranza. Una situazione che però la sottosegretaria non vuole sottovalutare: “Dobbiamo convivere con questa situazione, ne avremo ancora per mesi e non possiamo pensare di stare chiusi in casa. Le Regioni non hanno sufficientemente impiegato le risorse che sono state assegnate, a partire dal reclutamento delle persone che dovevano fare tracciamento“. “Abbiamo dovuto mettere nel Dpcm l’obbligo per le aziende sanitarie di scaricare l’App Immuni“, sottolinea in conclusione Sandra Zampa.