Italia markets close in 7 hours 34 minutes
  • FTSE MIB

    24.456,82
    +60,81 (+0,25%)
     
  • Dow Jones

    34.269,16
    -473,66 (-1,36%)
     
  • Nasdaq

    13.389,43
    -12,43 (-0,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.147,51
    -461,08 (-1,61%)
     
  • Petrolio

    65,94
    +0,66 (+1,01%)
     
  • BTC-EUR

    47.104,47
    +899,79 (+1,95%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.548,86
    +1.306,19 (+538,24%)
     
  • Oro

    1.834,20
    -1,90 (-0,10%)
     
  • EUR/USD

    1,2146
    -0,0006 (-0,05%)
     
  • S&P 500

    4.152,10
    -36,33 (-0,87%)
     
  • HANG SENG

    28.168,26
    +154,45 (+0,55%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.950,60
    +4,54 (+0,12%)
     
  • EUR/GBP

    0,8580
    -0,0009 (-0,11%)
     
  • EUR/CHF

    1,0974
    -0,0004 (-0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,4669
    -0,0024 (-0,16%)
     

Coronavirus, l'Oms avverta sui ritmi di contagio esponenziali

·1 minuto per la lettura
coronavirus-pandemia-quando-finirà
coronavirus-pandemia-quando-finirà

La pandemia di Covid nel mondo si trova a un: “Punto critico, con le infezioni che crescono in maniera esponenziale”. È questo il monito lanciato dall’epidemiologa Maria Van Kerkhove nel corso del consueto briefing dell’Oms sulla situazione dell’emergenza sanitaria nel mondo. Secondo l’organizzazione infatti, la pandemia sta attualmente crescendo a un ritmo mai visto prima, con: Più di 4,4 milioni di casi la scorsa settimana. Un anno fa avevamo 500mila casi a settimana. Non è la situazione in cui volevamo essere 16 mesi dopo”.

Oms: “Pandemia cresce e ritmi esponenziali”

L’esperta ha inoltre invitato non cedere nell’allentare le misure di contenimento troppo presto, rischiando di compromettere gli sforzi fatti fino a questo momento contro il virus. Da questo punto di vista l’Oms invita a non credere che solo con il vaccino si possa porre fine alla pandemia, come sottolineato anche dalla responsabile vaccini dell’organizzazione Kate o’ Brian: “Abbiamo dato indicazioni ai vari Paesi su come usare le forniture di vaccini per immunizzare più persone possibile con l’aspettativa che scorte aggiuntive arriveranno per la seconda dose, ma vorrei enfatizzare il fatto che, mentre i vaccini vengono distribuiti, proprio questo è esattamente il momento in cui abbiamo bisogno di raddoppiare l’impegno sugli interventi non farmaceutici.

L’Oms ci ha però tenuto a rassicurare i presenti affermando: “Tuttavia abbiamo molte ragioni per essere ottimisti. Il calo dei casi e dei decessi durante i primi due mesi dell’anno mostra che questo virus e le sue varianti possono essere fermati.