Italia markets close in 4 hours 31 minutes

Coronavirus, l'Ue richiama gli Stati: tenere aperti valichi merci -4-

Voz

Roma, 24 mar. (askanews) - Per garantire la sicurezza dei lavoratori del settore dei trasporti occorrono anche misure igieniche e operative rafforzate negli aeroporti, nei porti, nelle stazioni ferroviarie e in altri hub del trasporto terrestre. La nota odierna della Commissione, si lege, contiene un elenco completo delle raccomandazioni volte a proteggere i conducenti dal coronavirus.

I certificati di idoneità professionale riconosciuti a livello internazionale dovrebbero essere considerati sufficienti a dimostrare che un lavoratore è attivo nel settore dei trasporti internazionali. In mancanza di tali certificati (di cui non dispongono tutti i conducenti internazionali), dovrebbe essere accettata una lettera firmata dal datore di lavoro (allegato 3). Tutti questi principi dovrebbero applicarsi anche ai cittadini di paesi terzi, dice ancora Bruxelles, se svolgono un ruolo essenziale per garantire la libera circolazione delle merci all'interno dell'Ue e da altri paesi.

Il tutto mentre la pandemia sta avendo un impatto estremamente dirompente sul trasporto e sulla mobilità in Europa. La catena di approvvigionamento europea è mantenuta attiva mediante una vasta rete di servizi di trasporto merci, in cui sono compresi tutti i modi di trasporto. Per il funzionamento del mercato interno dell'Ue e la sua risposta efficace all'attuale crisi di sanità pubblica, rivestono un'importanza cruciale la continuità e la fluidità dei servizi di trasporto merci per via di terra, per via navigabile e per via aerea.