Italia markets close in 5 hours 28 minutes

Coronavirus, Lufthansa continua a volare negli Stati Uniti

Glv

Roma, 12 mar. (askanews) - Il gruppo Lufthansa continuerà a offrire voli verso gli Stati Uniti da Germania, Austria, Svizzera e Belgio. Lo comunica la compagnia aerea, assicurando i collegamenti "nonostante le nuove direttive di viaggio ordinate dall'amministrazione statunitense sui passeggeri provenienti dall'Unione Europea, dalla Svizzera e da altri paesi".

Il gruppo continuerà a operare voli da Francoforte a Chicago e Newark (New York), da Zurigo a Chicago e Newark, da Vienna a Chicago e da Bruxelles a Washington anche dopo il 14 marzo, "in modo da mantenere così almeno alcuni collegamenti aerei verso gli Usa dall'Europa. Le compagnie aeree stanno lavorando su un programma di orari alternativi per gli Usa".

I passeggeri "potranno comunque raggiungere tutte le destinazioni all'interno degli Usa attraverso gli hub statunitensi e i voli in coincidenza serviti dalla compagnia aerea partner United Airlines".

Tutti gli altri voli statunitensi "saranno sospesi fino a nuovo avviso a causa delle restrizioni amministrative statunitensi, comprese tutte le partenze da Monaco di Baviera, Dusseldorf e Ginevra. Il gruppo Lufthansa continuerà a servire tutte le destinazioni in Canada fino a nuovo avviso".

Le compagnie aeree del gruppo Lufthansa "offrono 313 collegamenti verso 21 destinazioni negli Usa dall'Europa nel programma invernale, che è ancora valido fino al 28 marzo". Alla luce delle recenti modifiche delle norme d'ingresso per l'India, l'impatto sul programma di voli del gruppo Lufthansa "è attualmente in fase di valutazione".